I 10 migliori produttori musicali del 2014: da Pharrell Williams

 a Max Martin

Quali sono i migliori produttori? Ecco la top ten, scopri i nomi che hanno maggiormente brillato nel 2014 su Blogo.it

Un cantante famoso ha sicuramente molte potenzialità per vendere. Ma spesso non basta. E insieme a questo, è necessario farsi affiancare da un team abile ed esperto. Parliamo ovviamente di autori di testi e, come rivela il titolo di questo post, di produttori che sappiano essere al passo con i tempi e proporre all’artista -e al pubblico che deve acquistare- un sound accattivante e potente.

Il sito Slate ha elencato i dieci produttori migliori del 2014. Ve li riportiamo qui sotto. Ne avreste indicato altri? Ci sono clamorose assenze?

10. FKA Twigs. Il suo vero nome è FKA Ramoscelli (Tahliah Barnett) e, insieme ad un gruppo di collaboratori (Arca, Emile Haynie, etc.), ha co-prodotto quasi ogni canzone sul suo album di debutto, accolto benissimo dalla critica. E quando lei non è occupata a dirigere spot pubblicitari per Google Glass, si adopera a lavorare insieme a nuove stelle nascenti e promesse musicali come il rapper Lucki Eck$.

9. Metro Boomin. Il suo nome non è ancora noto e famoso come alcuni degli altri che si leggeranno in questo elenco, ma questo ventunenne di Atlanta ha avuto un 2014 mostruoso. Con le sue produzioni per artisti giovani come Young Thug, Migos, ILoveMakonnen, ha gettato le basi per farsi conoscere e apprezzare sempre più, soprattutto nell’ambiente rap. Ne risentiremo parlare.

8. Greg Kurstin . Il 2014 è stato un anno eccezionale per le donne nel pop e il produttore Greg Kurstin ne sa qualcosa. Con Sia e la sua “Chandelier”, ha dato vita ad uno dei maggiori successi dell’anno. Ha dato anche una mano a Lana Del Rey (““Money Power Glory”), a Lykke Li (“Gunshot”, “Sleeping Alone”) e Lily Allen (“L8 CMMR”). Kurstin ha trovato anche il tempo per co-produrre la colonna sonora di Si per il film Annie e il recente disco di Billy Idol.

7. Dr. Luke

. Dicembre 2014 segna il decimo anniversario della hit “Since U Been Gone” di Kelly Clarkson. E lei può ringraziare proprio Dr. Luke per il grande boom ottenuto dal brano. Tra i pezzi simbolo del 2014 ovviamente ricordiamo “Dark Horse” di Katy Perry e “Timber” di Pitbull e Kesha. Difficilmente collaborerà ancora con lei visto le pesanti accuse che il produttore e la cantante si sono scambiati negli ultimi mesi (lei lo ha accusato di abusi tra cui violenza sessuale e Luke ha replicato dicendo che Kesha stava cercando di trovare un modo per liberarsi dal contratto che lo legava a lui). Tra i singoli più recenti “Only” di Nicki Minaj.

6. El-P

. Insieme a Killer Mike ha dato vita all’album Run the Jewels 2, osannato dalla critica di tutto il mondo che ha applaudito il sound grintoso, veloce, funky, e anche per canzoni come “All Due Respect”, per l’uso forte ed inaspettato di sintetizzatori.

5. Shellback

. Ha avuto un paio di annate molto forti, lavorando da solo o con diversi collaboratori per alcuni pezzi delle Icona Pop, Cher Lloyd, e Tove lo. Alla fine del 2014, Shellback si è preso una grande rivincita in solitaria con “Animals” dei Maroon 5, una delle canzoni più trasmesse dalle radio americane per la maggior parte dei mesi di novembre e dicembre.

4. Pharrell Williams

. Beh, con lui basterebbe parlare di Happy per collegarci al successo come artista. Non pago, nel 2014 ha prodotto brani per artisti che spaziano da Ed Sheeran a TI, co-scritto la colonna sonora di un film (Amazing Spider-Man 2) e curato le musiche di un videogioco (NBA 2K15). Nel 2015 dovrebbe collaborare anche con Christina Aguilera per il suo imminente comeback.

3. Mike Will Made It

. Michael Williams all’anagrafe, ha visto un successo leggermente in ribasso rispetto al 2013 ma i suoi ultimi dodici mesi hanno avuto un riscontro ancora piuttosto notevole (da Drake a Big Sean).



2. Max Martin

. Max Martin ha prodotto o co-prodotto diversi dischi e singoli. Qualche esempio? Ha lavorato come co-produttore esecutivo del grande album uscito quest’anno, 1989 di Taylor Swift, che nella sua prima settimana è diventato l’album venduto più velocemente dal 2002. Nel mese di agosto, ha segnato il suo 18 n ° 1 (con “Shake It Off,” co-scritto con la stessa cantante), mettendolo dietro solo a Paul McCartney e John Lennon nella lista dei cantautori con maggiori primi posti della storia. Volete altri esempi? “Bang Bang” e “Problem”. (Foto)

1. DJ Mustard. Applaudito e richiestissimo, grazie a lui si deve uno dei successi dell’anno come “Fancy”. Tra le ultime collaborazione Kanye West, Rick Ross e Drake.

I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo