Immortal, battaglia legale sul nome e il logo

Abbath vorrebbe che il copyright fosse tutto suo, Demonaz e Horgh si oppongono legalmente.

Triste destino legale, anche per i paladini del Black Metal Norvegese. Grazie a Dagbladet.no, uno dei principali quotidiani della nazione, si viene a scoprire che i membri degli Immortal stanno combattendo in tribunale per ottenere i diritti di copyright sul nome della band.
La causa legale è stata avviata da Abbath, che senza tanto clamore ha cercato di registrare in tribunale logo e nome della band. Alla richiesta si è opposto l’avvocato che rappresenta Demonaz e Horgh, che chiedono che i diritti provenienti dal nome siano divisi in tre parti esatte dai tre membri della band.

Si scoprirà proprio oggi, Venerdì 12 Dicembre, se Abbath avrà la leva legale per abbattere l’opposizione dell’avvocato degli altri due, o se si dovrà andare in tribunale in Gennaio o Febbraio.

Oggi suonano un po’ amare e beffarde, quindi, le parole con cui Abbath qualche anno fa descriveva gli Immortal:

“Ci siamo sciolti, nel 2003, per ragioni personali interne al gruppo. Noi siamo una famiglia, siamo fratelli… è come se fossimo sposati. Quando sposi qualcuno, devi credere nel vostro legame. A volte devi solo prenderti una pausa, per poi capire come ci si trova bene. Alcune band stanno insieme solo per soldi, ma io non ho mai fatto questo solo per soldi o fama, altrimenti non ci saremmo mai separati. Vorrei citare Paul Stanley: ‘i Kiss non sono una moda, sono uno stile di vita’. Ecco, puoi mettere anche ‘Immortal’ come soggetto, e questo è ciò che penso della band.”

Abbath, Demonaz e Horgh sono stati il cuore degli Immortal fin dal 1996, e hanno composto insieme gli ultimi cinque album della band: “Blizzard Beasts” (1997), “At The Heart Of Winter” (1999), “Damned In Black” (2000), “Sons Of Northern Darkness” (2002) ed il reunion album “All Shall Fall” (2009).

I Video di Blogo