Slayer, salvano un gattino prima del concerto a Indianapolis

Gary Holt ha inondato Instagram con le foto del gatto salvato dalle mani di un senzatetto che lo vendeva per un dollaro.

Gli Slayer: icone del death metal, della cattiveria, del sangue che piove dal cielo e delle canzoni su gerarchi nazisti. Gli Slayer: teneroni dal cuore d’oro, che recuperano un gattino prima di un concerto, se lo portano a casa e gli trovano qualcuno a cui affidarlo.

E’ la “storia di Natale” accaduta questa settimana, raccontata dal loro addetto alle pubbliche relazioni.

“La sera del 3 Dicembre, prima del concerto a Indianapolis, Kerry King e alcuni membri della crew sono andati a mangiare nel ristorante di carne preferito da Kerry in città. Finita la cena, l’assistente del tour manager, Jess Cortese, ha notato un senzatetto che offriva un gattino per un dollaro. Il gattino sembrava star congelando, quindi Jess l’ha comprato, l’ha portato sul tourbus, l’ha scaldato dormendoci assieme e poi l’ha portato nel locale oggi, prima del concerto. Uno della crew locale conosceva qualcuno che voleva un gattino, quindi il piccoletto ora ha una nuova casa, dove è già andato ad abitare.”

La storia è stata seguita in diretta dal chitarrista Gary Holt, che ha inondato la sua pagina Instagram di foto di lui e il gattino, con commenti sempre più pucciosi, fino al triste “arrivederci” quando il gatto è stato affidato ad un nuovo padrone.

La cosa fantastica è che prima e dopo le foto dei gattini, Gary aveva postato una foto di lui dal vivo con una enorme croce rovesciata sullo sfondo, ed un pupazzetto degli Slayer con una faccia da demone insanguinato.
Godetevi la storia, prima che sia trasformata in un meme e prima che la gente si chieda “ma il senzatetto, invece, che fine ha fatto?”.
Chissà se il gatto è diventato come il famoso “Cat Watching Slayer on Tv”, che potete vedere nel video in apertura dell’articolo…