System Of A Down, tour nel 2015 per ricordare i 100 anni del genocidio armeno

Una manciata di concerti nell’Aprile 2015, che si concluderà con il primo show dei SOAD in Armenia, la loro terra d’origine.

Si potrebbe essere molto cinici riguardo al tour 2015 annunciato dai System Of A Down, che sarà chiamato “Wake Up The Souls” e che sembra essere stato programmato per ricordare i 100 anni dal genocidio armeno. Si potrebbe dire che i SOAD stavano cercando una “scusa qualsiasi” per andare in tour senza avere un nuovo disco e senza più avere la spinta della reunion (spinta che li ha portati in giro per tre anni nel mondo, tre anni di successi che li hanno visti per ben due volte in concerto a Rho, nel 2011 e nel 2013).

Eppure, la band di Los Angeles, ma con origini Armene, ha da sempre inserito il discorso del genocidio nelle loro interviste, in alcuni dei loro testi, nella loro poetica. E allora, deve essere veramente un momento emozionante per i System Of A Down poter suonare in Armenia (nazione in cui non hanno mai suonato), e suonare proprio il 23 Aprile 2015, alla soglia dei cento anni del massacro perpetrato dai Turchi.

Il tour purtroppo non toccherà l’Italia, a quanto pare: le date annunciate sono le seguenti, e non sembrerebbe esserci posto per altri show.

April 10 – London, UK @ Wembley Arena
April 13 – Cologne, Germany @ Lanxess Arena
April 14 – Lyon, France @ La Halle Tony Garnier
April 16 – Brussels, Belgium @ Forest National
April 17 – Amsterdam, Netherlands @ Ziggo Dome
April 20 – Moscow, Russia @ Olympisky
April 23 – Yerevan, Armenia @ Republic Square

Nel video qui sopra, in cui la band tutta insieme annuncia il tour, viene sottolineato come ai concerti sarà chiesto ai presenti di dare una mano per ricordare il genocidio, e chiedere ai tribunali internazionali di dare giustizia alle migliaia di morti, anche se sono passati 100 anni. La Turchia non ha neanche mai chiesto scusa, ma continua a negare il massacro.