Ben’s Brother. Il rock britannico indie che emoziona

Ascoltiamo tanta musica, ma solo pochi pezzi entrano davvero nel cuore. A volte in questo compito comunicativo ci si mettono di mezzo anche i videoclip che con stile e semplicità riescono ad emozionarci. E’ questo il caso della brava band britannica Ben’s Brother, capitanata dalla bellissima voce di Jamie Hartman, band di cinque elementi assolutamente

di aleali

Ascoltiamo tanta musica, ma solo pochi pezzi entrano davvero nel cuore. A volte in questo compito comunicativo ci si mettono di mezzo anche i videoclip che con stile e semplicità riescono ad emozionarci.

E’ questo il caso della brava band britannica Ben’s Brother, capitanata dalla bellissima voce di Jamie Hartman, band di cinque elementi assolutamente indipendenti da grosse case discografiche.

Lo stimolo a parlarne arriva da Musicsite, che parla del terzo singolo dell’album di debutto “Beta Male Fairytales” che è riuscito a raggiungere la quattrordicesima posizione nella classifica ufficiale britannica.

L’ultimo singolo relativo al video di cui vi volevo parlare un po’ più nello specifico è uscito a metà novembre e si intitola “Carry On”. Molto acustico, con un’anima assolutamente brit pop, è assolutamente emozionante nella sua voce (già lodata) e nel piano che trasforma il pezzo rock in una ballad che sembra costruita a fine degli anni ’90.

La storia di questo ragazzo che secondo un’idea vecchia e rugosa, gioca la partita più importante della sua vita infortunato e demotivato, trova la sua eccellenza nella qualità registica e nel potere evocativo dei ricordi inseriti attraverso flashback. Un bel video, insomma.

Ormai entrati anche nel mercato americano, il loro successo fuori dal mainstream non fatico a credere possa crescere molto dimensionalmente. C’è solo da aspettare. A voi il video.

I Video di Soundsblog