Che fine ha fatto Sasha?

Ricordate ancora la ballad regina delle classifiche “If You Believe”?

If You Believe era il secondo singolo estratto dal suo album di debutto, Dedicated To. Era il 1998. In Italia, il brano ha raggiunto la quarta posizione dei singoli più venduti e fu anche un grandissimo successo radiofonico. Lui era Sasha.

Il primo pezzo fu ” I’m still waiting” in coppia con la rapper tedesca Young Deenay. Successivamente, dopo la romantica canzone che l’ha reso popolare in molti paesi europei, ecco arrivare altri due pezzi, We can leave the world e I feel lonely. Solo in Germania, il suo disco vendette all’epoca oltre 400.000 copie.

E poi? Che è accaduto? Che fine ha fatto SASHA

Nel maggio del 2000, Sascha Schmitz (questo il suo nome all’anagrafe), pubblicò il suo secondo lavoro. Il primo estratto fu “Let Me Be The One” poi seguirono “Chemical Reaction” e “Owner of My Heart”. You ha debuttato nella top ten in Austria, Svizzera e Germania. Nell’ottobre 2001 arrivò il terzo disco –Surfin’ on a Backbeat– e sebbene l’esordio non mancò le prime dieci posizioni, ebbe un riscontro decisamente inferiore rispetto ai precedenti lavori. A luglio 2002, vi fu anche la riedizione di questo disco con due inediti. La canzone This Is My Time su sigla della FIFA 2002.

Che fine ha fatto Sasha?

Sasha diventa… Dick Brave

Nel 2003 ecco lo pseudonimo Dick Brave, una sorta di alter ego dell’artista e a capo di una band chiamata ‘Dick Brave & The Backbeats‘. Ogni componente del gruppo aveva un altro nome sul palco e registrarono un disco che conteneva cover di brani resi famosi da altri artisti come Pink (“Get the Party Started”), George Michael (“Freedom”) e Michael Jackson (“Black or White”). E proprio l’album “Dick This!” è arrivato al primo posto della classifica tedesca. Durarono molto poco e a novembre 2004 vi fu il concerto finale. Due anni dopo, nel 2006, anche loro fecero una brevissima reunion con qualche tappa. Sempre nel 2006, dopo due anni di pausa, Sasha tornò… Sasha.

Ed ecco arrivare il quarto album, Open Water. Ebbe un buon successo rispetto ai suoi ultimi dischi da solista (prima della parentesi da ‘alter go’), raggiungendo la settima posizione nella chart tedesca. Un discreto esordio ma poi un calo inesorabile. Uscirono solo due singoli, “Slowly” e “Goodbye”.

Nell’autunno del 2006, un greatest hits è stato rilasciato e ha raggiunto il numero sei nelle classifiche tedesche, diventando disco di platino. Nel 2007, Schmitz ha pubblicato “Hide & Seek”, la canzone tema per il film tedesco ‘Das Geheimnis der Geisterinsel’, come singolo. La canzone ha raggiunto la posizione numero otto nella Singles Chart tedesca e, inoltre, è apparsa su un’edizione re-release del greatest hits.

Nel 2009 è il momento del suo quinto disco, Good News on a Bad Day

Questo è il suo ultimo lavoro discografico ad oggi.