Amy Winehouse, album postumi: il padre nega l’ipotesi

Niente dischi postumi della cantante

Molti saranno delusi da questi ipotesi ma, sicuramente, tanti altri applaudiranno la scelta del padre d Amy Winehouse. L’uomo, infatti, secondo quanto riportato in una sua ultima dichiarazione, ha negato la possibilità di una pubblicazione di album postumi della figlia. Insomma, diversamente da quanto avvenuto con Michael Jackson, non avremo la possibilità di ascoltare brani inediti né versioni diverse dei brani dopo la scomparsa dell’artista inglese.

Per la precisione, Mitch ha assicurato dell’esistenza di versioni alternative di brani portati al successo dalla figlia ma che non ha intenzione di metterli in vendita. L’uomo ha parlato a BBC News in occasione della scultura di sua figlia che è stata inaugurata a Camden di Londra sabato (13 settembre) per quello che sarebbe stato il 31esimo compleanno della cantante. E alla domanda sulla possibilità di ascoltare un nuovo album della Winehouse, Mitch ha detto:

“Non siamo in procinto di mettere fuori nuovi album con diverse versioni di ‘Back To Black’. Probabilmente lei ha fatto 15 diverse versioni di ‘Back To Black’, ma non lo faremmo, non è giusto. noi non vogliamo fregare la gente. Non c’è altra musica nuova”

Molti non si sono detti però favorevoli all’idea della statua:

“Lasciateli venire e buttarla giù. Dovranno aprirsi la strada attraverso milioni di fan che credo che dovrebbe essere lì”

Inizialmente la statua si trovava a Stables Market, poi è stata spostata a Camden.

I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo