Gianluca Grignani: “A volte esagero è disco nomade. Mentre cantavo L’Amore che non sai piangevo”

“Per me è stupendo, importante, un disco che ha della maturità in più sia dal punto di vista del suono, sia ovviamente dal punto di vista del racconto di chi sono”.

Sarà rilasciato domani, 9 settembre, A volte esagero, il nuovo album di Gianluca Grignani, anticipato dal singolo Non voglio essere un fenomeno. A quasi due mesi dal fattaccio di Riccione. Il cantautore ha definito il disco “nomade perché è nato durante il trasloco da Milano al paese di montagna dove ora abito”. Quindi ha spiegato a TgCom:

Volevo arrivare ad un nuovo punto di partenza iniziato con ‘Romantico Rock Show’ del 2010, proseguito con ‘Natura Umana’ e ora con ‘A volte esagero’ che chiude un percorso. Ho voluto sviscerare tutto quanto e mettere a fuoco anche la mia persona dentro questa società.

A Vanity Fair ha aggiunto, sempre a proposito del suo nuovo lavoro discografico “nato nel corso di due anni difficili, anni in cui ho ricominciato a frequentare la gente, dopo tanto isolamento”:

Per me è stupendo, importante, un disco che ha della maturità in più sia dal punto di vista del suono, sia ovviamente dal punto di vista del racconto di chi sono.

Grignani ha detto che nelle canzoni presenti nella tracklist ci sono “rabbia e passione”; quindi ha citato alcuni brani in particolare:

L’Amore che non sai è una dichiarazione d’amore, anche verso me stesso. Forse una delle più belle canzoni d’amore che ho scritto. Parla dell’accettazione, e anche dei miei figli. Mentre la cantavo piangevo, e si sente. La stessa cosa mi è successa cantando Madre.

Impossibile non fare riferimento ai fatti di Riccione, per i quali il 16 settembre è in programma l’udienza definitiva:

La vicenda in realtà è già chiusa e chiarita e martedì prossimo chiuderemo una volta per sempre la questione. A volte esagero, lo ammetto, ma anche gli altri esagerano e in particolare i media che fanno gossip. Insomma sono un cantante e faccio musica vorrei che ci si focalizzasse su questo, sul disco e sul tour che arriverà.

Infine, il tour le cui date saranno comunicate tra un mese; Grignani ha raccontato di lavorare alla scenografia insieme a Marco Lodola, colui che ha ideato il concept del disegno della cover del disco (in cui il cantante appare ringiovanito, forse per merito di qualche ritocco digitale).

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →