Smashing Pumpkins, Billy Corgan: “Due dischi nel 2015 e poi ci sciogliamo”

Gli Smashing Pumpkins si sciolgono di nuovo? La rottura sembra essere imminente.


Brutte notizie per i fan degli Smashing Pumpkins. La band di Billy Corgan starebbe pensando di dare il proprio addio alle scene ed è lo stesso frontman a sibillinare questo triste annuncio nel corso di un’intervista al Chicago Tribune. La buona nuova è che usciranno due dischi di inediti del gruppo nel 2015, quella cattiva è che, probabilmente, saranno gli ultimi della loro carriera. Scioglimento in arrivo?

A sentire Corgan, quella di dividersi pare un’ipotesi molto realistica o, se non altro, valutata in queste ore dalla band. Il motivo principale è che i fan sarebbero più interessati ai vecchi dischi rispetto ai brani più recenti del gruppo o, addirittura, ad eventuali inediti. Questa la sensazione del caro vecchio Billy, se non altro:

Quando i due nuovi album saranno ultimati, lascerò questa barca per sempre come a dire “È finita”, oppure salperò con una nuova imbarcazione. La richiesta dei fan è orientata verso i nostri vecchi brani e quindi come possiamo dire di contare ancora qualcosa? Perché quelli che fanno musica oggi vengono considerati contemporanei e noi invece rischiamo di ritrovarci sul palco a suonare Siamese Dream per il resto delle nostre vite? Vogliamo veramente fare questo per sempre? Ad un certo punto, devi adattarti oppure andartene.

In compenso, ci sono due dischi nuovi nuovi in lavorazione. E abbiamo già i titoli di tali progetti. Il primo si chiamerà Monuments To An Elegy mentre il secondo Day For Night. Ignote, per il momento, le date di uscita. L’unica certezza è sull’anno: 2015. Gli Smashing Pumpkins si erano già separati nel 2000 per poi tornare insieme sei anni più tardi con un album, Zeitgeist, che non aveva trovato un ottimo riscontro da parte del pubblico. Così come i successivi Teargarden by Kaleidyscope e Oceania. Corgan chiosa:

Tornare a suonare con gli Smashing Pumpkins porterebbe molte persone ad aspettarsi niente più di una renunion band che suona i suoi vecchi successi per uno zoccolo duro di fan non interessato ai nuovi brani. Quello che cerco di spiegare alla gente che cade in questo equivoco e che mi chiede che fine abbiano fatto i membri originali del gruppo, è che la band è stata fondata con l’idea di essere sempre un passo più in là rispetto al presente, con la volontà di continuare a sperimentare verso il futuro con buona pace del passato.

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →