John Lennon, a Mark Chapman negata la libertà condizionata

L’assassino dell’ex cantante dei Beatles ha richiesto per l’ottava volta il regime di libertà condizionata, ma gli è stato ancora rifiutato.

L’8 Dicembre 1980, a New York, Mark David Chapman uccise con cinque colpi di pistola John Lennon. È forse l’assassinio più famoso della storia della music, che per mano del folle americano squilibrato distrusse qualunque sogno di reunion dei Beatles e spezzò definitivamente l’innocenza e l’intoccabilità delle star della rock’n’roll, che fino ad allora non erano mai state protagoniste di crimini del genere.

Condannato in via definitiva per l’omicidio di John Lennon, Mark David Chapman è in carcere dal 1981: è tornato agli onori delle cronache in questi giorni per l’ennesimo tentativo di richiesta di libertà condizionata avanzato per ottenere un regime meno restrittivo, che gli è stato però negato dal Dipartimento correzionale dello stato di New York.

La motivazione delle forze dell’ordine dopo il divieto di libertà condizionata, negata per l’ottava volta a Mark Chapman, è stata diretta e decisa:

Non saresti in grado di vivere e restare in libertà senza violare nuovamente la legge. La vittima aveva dimostrato gentilezza nei tuoi confronti giusto poche ore prima dell’omicidio, e la tua azione ha devastato una famiglia e coloro che amavano la vittima.

Mark David Chapman ha oggi 59 anni, di cui 33 scontati in carcere. In un racconto dei fatti avvenuti nell’infame 8 Dicembre 1980, l’assassino dell’ex Beatles aveva spiegato nel dettaglio cosa gli fosse saltato in mente quel giorno, dopo che Lennon stesso si era mostrato molto carino con lui, autografandogli il disco appena uscito:

Ci ho provato a dirmi di andarmene. Avevo il disco, dovevo portarlo a casa, mostrarlo a mia moglie e tutto sarebbe andato bene. Ma ero così costretto a compiere quell’omicidio che nulla mi avrebbe portato via dal quell’edificio.

La vedova di John Lennon, Yoko Ono, nei giorni scorsi aveva espresso preoccupazione per questa nuova richiesta del killer del marito, giurando che avrebbe fatto obiezione; al momento non si hanno ulteriori dichiarazioni da parte della vedova Lennon.

Mark Chapman potrà provare a richiedere nuovamente la libertà condizionata tra un paio di anni, nel 2016, quando saranno trascorsi 36 anni dalla morte di John Lennon e 35 dalla sua incarcerazione.

Lennon In Paris

I Video di Soundsblog