Quando ad ispirare le canzoni sono le celebrità: da Gwyneth Paltrow a Courtney Love

A volte sono dediche, a volte si passa alle accuse e recriminazioni…

Essere un cantante famoso può permetterti di riversare nei brani che scrivi -e interpreti- i sentimenti, le sensazioni e gli stati d’animo che provi. E’ magari fonte di una dichiarazione d’amore assoluta. Oppure una riflessione generica su un tema che sta a cuore. Infine, può essere un monito o un’esplicita accusa per qualcuno di ben preciso. Del resto, anche in questo caso di parla di ispirazioni no?

Nel post di oggi vogliamo farvi alcuni esempi del genere. Quando ad ispirare sono celebrità note o persone ben precise. E non sono sempre rose e fiori, anzi…

Non è un mistero che Courtney Love non sia particolarmente amata da alcune persone. E, proprio lei, è stata soggetto di due celebri pezzi: ’I’ll Stick Around’ dei Foo Fighters e Hollaback Girl di Gwen Stefani. La Love, a sua volta, fu ispirata dalla relazione con Billy Corgan per scrivere Violet delle Hole e criticò Julian Casablancas degli Strokes nel brano ‘But Julian, I’m a Little Older Than You’.

Nick Hexum del gruppo 311 ha frequentato per un periodo di tempo Nicole Scherzinger, ex Pussycat Dools. Questo rapporto ispirò la canzone ‘Amber’.

Mia Farrow e sua sorella Prudence si unirono ai Beatles nel loro viaggio in India nel 1967 Durante il loro cammino spirituale, John Lennon scrisse ‘Dear Prudence’ per dare alla donna la forza di far fronte alla depressione di cui era vittima. Restando in tema, John Lennon, dopo alcune frecciatine con il collega Paul Mcartney, dedicò a lui la canzone ‘How Do You Sleep?’

Lou Reed scrisse Femme Fatale dedicata all’attrice tormentata Edie Sedgwick. Un paio di corna, invece, è al centro del prossimo esempio. Quando John Nolan, il cantante dei Taking Back Sunday, è andato a letto con la fidanzata del leader della band Brand New, quest’ultimo l’ha presa talmente bene da aver scritto la canzone Seventy Times Seven nella quale si augura che Nolan possa morire presto. La risposta del gruppo non è tardata ad arrivare con ‘There’s No I In Team’, una sarcastica richiesta di scuse.

Sheryl Crow non ha mai voluto rivelare l’identità della persona a cui è dedicata ‘My Favorite Mistake’ ma in molti sono convinti si tratti di Eric Clapton.

Di natura diversa la nascita di Starf—ers, Inc.’ scritta dal frontman dei Nine Inch Nails. E’ stata incisa dopo un feroce litigio tra Trent Reznor e Marilyn Manson. Poi le cose tra i due si sono appianate e Manson ha scelto anche di partecipare al video ufficiale della canzone.

Ed ecco un esempio meravigliosamente tenero: dopo la morte del padre di Gwyneth Paltrow, morto mentre lei stava festeggiando il suo compleanno, suo marito Chris Martin ha scritto la hit dei Coldplay ‘Fix You’ per aiutarla a far fronte alla perdita. Pattie Boyd, invece, era sposata con George Harrison, quando il chitarrista dei Beatles inizia la collaborazione con Eric Clapton, lui si è così infatuato di lei da aver scritto ‘Layla’ in suo onore. Ha poi lasciato Harrison e sposato Clapton. Infine,m ‘Katy’ dei Babyshambles è incentrata sul turbolento rapporto tra Pete Doherty e la modella Kate Moss.

Via | Diffuser

I Video di Soundsblog