Rita Ora non ha potuto esibirsi ai Teen Choice Awards per ‘colpa’ di Calvin Harris. Ma lui replica (confermando)

Non sembra essere finita a tarallucci e vino tra Rita Ora e il suo ex compagno (nonché produttore)

Sembra tanto un luogo comune ma, alla fine, il consiglio di non mischiare mai amore e lavoro, forse non è proprio così errato. Probabilmente sarà d’accordo Rita Ora che era impegnata sentimentalmente con Calvin Harris e ha dato vita ad una serie di tracce per il suo nuovo album. Poi la loro storia è naufragata e, in base alle ultime notizie, non sembra essere proprio finita bene tra i due. Anzi.

Domenica notte (in Italia, sera in Usa), si sono svolti i Teeb Choice Awards 2014. E tra le previste performance doveva esserci anche quella di Rita Ora. Ma la cantante non ha potuto eseguire il suo singolo solista ‘I Will Never Let You Down’. Il motivo è semplice: essendo lui il produttore del pezzo, deve controfirmare ogni possibile esibizione programmata. Senza di essa, Rita non può eseguirla. E lui non ha dato il consenso per farlo. E’ saltata, così, all’ultimo, il live della canzone.

Lo ha confermato lei stessa ai microfoni di una radio, ammettendo che la responsabilità della mancata performance era da attribuire al suo ex (e produttore) Calvin Harris. Lui stesso, una volta ascoltate le parole della sua ex fidanzata, ha semplicemente risposto con un duro e laconico commento, senza sbilanciarsi ma ribadendo il proprio pensiero (e quindi confermando la tesi della cantante):

“Saprete solo un lato della storia sui Teen Choice Awards semplicemente perché ho scelto di non parlare con i giornali di ogni aspetto della mia vita personale. Ma è sufficiente sapere che avevo una dannata buona ragione per farlo”

Via | DigitalSpy

I Video di Soundsblog