Mondiali 2014, Un orrore così grande: parodia di “Un amore così grande”

E l’inno dei Mondiali 2014 per l’Italia diventa una parodia: ascolta la canzone e leggi il testo

Questa mattina, intorno alla sette, su Radio Deejay, il Trio Medusa non poteva non affrontare uno degli argomenti caldi del giorno: l’eliminazione dell’Italia dai Mondiali 2014. E, per l’occasione, hanno trasmesso la parodia della canzone che rappresentava il nostro Paese in gara, Un amore così grande, reinterpretata dai Negramaro.

Curiosi di sentirla? Qui sotto il testo, in apertura post l’audio:

no, non ci credo, fuori di nuovo
non era l’uruguay
erano gli Uruk Hai
A BPrandelli ci han fatti ormai
devo calmarmi un po’
vorrei evitare le volgarità

ma una mer…

un orrore così grande (ma come puoi)
un orrore così (soltanto noi)
Dal Brasile un tonfo sordo sentirai
Sono i nostri zebedei
e in coro si bestemmia un’altra volta

No sai cos’è…
È che il Costarica è forte… (ma quando mai?)
Costaminchia però (ti denunciamo alla fifa, evviva la fifa)
E se un giorno allenatore diverrò
altri azzurri chiamerò
Più svegli e meno goffi
Convocheremo i puffi

Fin ieri in nazional
Degli altri ometti in blu
correvano su e giù
che squadra very cul

mi vien da vomitar
guardando la tv
e canterò così
tra il verde il giallo e il blu

plasil, e tutti a casa ormai si va
dov’è la strada per di
la la la la la la per di la la altro che final al maracanà

Al maracanà
La guarderanno
maracanà
da un bel sofà
mavac*gà
torniamo a casa che figo che bello di nuovo italia in waka è andata ormai

I Video di Soundsblog