Adam Levine e il segreto dell’origine del nome Maroon 5

Niente da fare. Il leader ha la bocca cucita e non rivela nulla…

In occasione della pubblicazione del nuovo singolo dei Maroon 5, Maps, Adam Levine è stato ospite del Late Show With David Letterman ed è stato punzecchiato dal conduttore, curioso di sapere finalmente l’origine del nome della band. Perché proprio “Maroon 5”? Nessuno lo sa tranne lo stesso Levine e gli altri componenti del gruppo statunitense.

“Questa è difficile. Stai diventando cattivo con me in questo momento. Ti dirò la verità… Non ti dico da dove nasce il nome…”

Così, divertito, ha risposto il cantante, specificando che l’idea di non rivelare a nessuno da dove hanno preso ispirazione per darsi questo appellativo. Letterman ci ha ancora provato ad insistere, per portare a casa lo scoop, la curiosità a cui in molti stanno dando la caccia senza mai riuscire a smantellare il “segreto”.

“Posso darti un pizzico di verità? L’origine del nome è davvero brutto. E’ una storia così orrenda che abbiamo deciso di avvolgerla nel mistero e questa scelta ne farà una storia migliore rispetto a quella reale”

Prima di far sembrare la storia più grande e grave rispetto a quella originale, ha poi aggiunto:

“Non è stata una brutta cosa che è successa. E’ una tranquilla, noiosa, stupida storia che mi fa però stare male!”

Messo alle strette ha però ammesso che c’è un’altra persona che è a conoscenza della vicenda: Billy Joel.

“La storia era così noiosa che sono quasi certo che anche Billy Joel non ricordi che gliel’ho raccontata! Quel ragazzo è il mio eroe, così non ho potuto dirgli, ‘Oh no, non ho intenzione di dirtela!'”

Ma a David (e a tutti gli altri), invece sì. Billy fai uno sforzo e rivelalo a tutti, dai…

I Video di Soundsblog