Michael Jackson, una fan fa causa per l’album del 2010: “Non è lui che canta!”

La donna è sicura della sua affermazione e chiede giustizia e chiarimento

Non è Michael Jackson a cantare nel suo primo album postumo? No, secondo le parole di una sua fan che è convintissima della sua idea. Come riportato da Fashion Times, la donna ha intrapreso una vera e propria azione legale contro il disco del 2010. In particolare, prende ad esame le tracce ‘Breaking News’, ‘Monster’ e ‘Keep Your Head Up’ e, dopo aver consultato un esperto d’audio, sarebbe certa che la voce che interpreta i brani non sia del re del pop.

Questo gesto, secondo la donna, è stato messo in atto proprio per permettere anche a tutti gli altri fan che hanno acquistato l’album di essere risarciti. A supporto della sua tesi, prende in esame un video della figlia, Paris Jackson, che in un’intervista del 2012 avrebbe dichiarato che le canzoni non erano state cantate dal padre ma da un artista con una voce molto simile: Jason Malachi.

“Non è lui. Nell’intero album non è nemmeno lui. Andate online, andate su YouTube e cercate Jason Malachi. ‘Lui. Devo sapere se è lui o no”

Tuttavia l’avvocato Howard Weitzma assicura che si tratti proprio della voce di Michael Jackson e che si tratti di parti vocali registrate precedentemente quando il cantante era ancora in vita.

Recentemente è stato pubblicato un secondo disco postumo, Xscape, apprezzato dal pubblico ma che ha diviso la critica. E secondo quanto recentemente annunciato, visto il buon riscontro di vendite, si parla addirittura di ben altri otto album che, in futuro, potrebbero essere rilasciati al pubblico…

Via | NME

I Video di Soundsblog