One Direction velenosi per la Conferenza episcopale delle Filippine (dopo lo scandalo del video con spinello)

Polemiche e rischi per i concerti della boyband nelle Filippine?

Tutta colpa di quel video apparso online in cui Zayn Malik e Louis Tomlinson erano in auto impegnati a fumarsi uno spinello. Immagini che hanno provocato anche l’indignazione di alcuni fan della boyband, rimasti profondamente delusi dal comportamento dei due membri del gruppo. Anche il padre di Louis ha rilasciato un duro commento e una preoccupazione con un diretto paragone alla fine di Amy Winehouse:

“Sono preoccupato per lui. Credo che essere famosi costerà un pedaggio a tutti loro. Penso che chiunque sia preoccupato che questo potrebbe condurre ad altre cose… Ha detto che non avrei mai fatto un tatuaggio perché era come una cicatrice e che non aveva mai fumato perché la cosa avrebbe danneggiato la sua voce . E invece se n’è andato nella direzione opposta e spero che non peggiori…”

Adesso ha parlato dei One Direction anche la Conferenza episcopale delle Filippine -luogo dove si dovrebbero tenere due concerti nel marzo 2015- bocciando la boyband e chiedendo apertamente che si impedisca al gruppo di entrare nel Paese. Indi, niente live.

“Portano i giovani in direzione sbagliata. Perché ammettere influenze velenose? C’è già abbastanza veleno nella nostra società. I genitori devono smettere di acquistare i biglietti per i concerti costosi di ragazzi tossicodipendenti ai loro figli”

A poco, insomma, sono servite le parole di Liam Payne, impegnato a difendere i suoi amici:

“Amo i miei ragazzi e forse alcune cose sono andate un po’ oltre. Mi scuso per questo. Siamo solo nei nostri 20 anni e tutti noi facciamo cose stupide a questa età.”

Via | AceShowBiz

I Video di Soundsblog