Alessandro Casillo a SoundsBlog: “Ai Music Awards ho cercato di fare colpo su Carlo Conti per Sanremo 2015” (VIDEO)

A SoundsBlog il giovane cantante si mostra consapevole delle difficoltà attuali della discografia e dice di sognare di diventare un pilastro della musica italiana

Anche Alessandro Casillo si è concesso al microfono di SoundsBlog nel backstage dei Music Awards 2014, andati in scena martedì scorso al Foro Italico di Roma. Il giovane cantante, vincitore tra le nuove proposte al Festival di Sanremo 2012, era tra i finalisti di Next Generation 2.0 (contest vinto da Greta, anche lei intervistata da SoundsBlog).

Cosa è cambiato dal febbraio 2012?

Sanremo è stata un’esperienza stupenda. Ti fa crescere tanto da più punti di vista: come persona e artisticamente. Un’esperienza meravigliosa, di gioia, ma anche di fatica: ricordo che ogni mattina mi svegliavo alle sei per fare interviste, poi il pomeriggio le prove, la sera si cantava. Dopo la vittoria a Sanremo ci sono state altre soddisfazioni, per esempio fare un disco e promuoverlo in giro per l’Italia.

C’è qualcosa che ti ha deluso?

Sono molto giovane e devo ringraziare Dio per aver fatto tutto questo. Ho avuto la fortuna di partecipare a Sanremo, Io Canto, Music Awards, ho fatto un sacco di roba. Quindi devo ringraziare le persone che mi seguono perché altrimenti non sarei qui a fare quello che mi piace. Io mi diverto e non posso chiedere altro di meglio. Non ho nulla di cui lamentarmi.

Tornerai sul palco dell’Ariston?

Quest’anno sicuramente proverò a partecipare, ci spero tanto. Cercherò di fare colpo su Carlo Conti stasera.

Rispetto all’esperienza a Io Canto, ti sei pentito di qualcosa?

È stato meraviglioso, per la prima volta avevo degli amici che condividevano la mia stessa passione. Dove abito io i miei amici ascoltano altro, fanno altro.

Prima parlavi del sogno di vivere di musica e mostravi consapevolezza in merito alle difficoltà delle vendite dei dischi…

Sì, il mio sogno è vivere di musica per tutta la vita. Ma è difficilissimo, oggi i dischi si vendono poco. Spero ogni anno di fare meglio, di crescere musicalmente e di diventare magari un pilastro della musica italiana. Sì, questo è il mio sogno.

I Video di Soundsblog