SoloMacello Fest 2014: lineup completa, tutte le informazioni

Presentate tutte le 10 band che suoneranno al Magnolia di Segrate (Milano) il 25 Giugno, da Unida, Zu e Destrage fino a STORM{O}

Dopo l’esultanza legata ai primi annunci, ora il SoloMacello Fest annuncia tutto d’un colpo l’intero cast che prenderà parte all’edizione 2014.

Si tratta di dieci band in tutto: probabilmente ci sarà più spazio (e tempo) per tutti e ci saranno meno sovrapposizioni, quindi.

In breve, sui palchi del Circolo Magnolia il 25 Giugno si esibiranno:

-UNIDA
-ZU
-SPIRIT CARAVAN
-DESTRAGE
-ORNAMENTS
-LILI REFRAIN
-STORM{O}
-OJM plays “Heavy”
-MEXICAN CHILI FUNERAL PARTY
-TUTTI I COLORI DEL BUIO

Il tutto per un costo di ingresso di 15 euro in prevendita e 18 euro alla porta.

solomacello_2014_banner
Passiamo la palla direttamente a SoloMacello e Hard Staff per presentare tutte le band…


A guidare l’assalto la strana coppia formata da UNIDA e ZU, co-headliner di questa edizione capaci di coprire i due estremi dello spettro della Musica Che Ci Piace.
I primi, guidati da John Garcia, storica voce dei Kyuss e padrino di tutta la scena stoner rock, sono di nuovo attivi e a quasi quindici anni dallo storico debutto Coping With The Urban Coyote hanno un nuovo album in uscita entro il 2014. Sono pochissime e selezionate le date europee (tra le quali i prestigiosi Hellfest e Desert Fest) e la loro presenza al SoloMacello Fest è già attesissima.
Ma non c’è sempre bisogno di attraversare l’oceano per trovare quello che ci piace: siamo orgogliosi di annunciare che gli ZU hanno scelto il SoloMacello Fest per rientrare sulle scene in grande stile. Il gruppo romano torna sui palchi dopo oltre tre anni di pausa con una straordinaria novità seduta dietro la batteria: il nuovo batterista degli ZU è nientemeno che Gabe Serbian dei leggendari punk/grinder The Locust, musicista straordinario e pioniere di un suono che ha fatto scuola. Il loro nuovo EP intitolato Goodnight, Civilization è appena uscito per La Tempesta e può vantare la partecipazione di Mark “Barney” Greenway dei Napalm Death in uno dei brani.
Si prosegue con un altro rientro d’eccezione: gli Spirit Caravan di Scott “Wino” Weinrich sono uno di quei gruppi che si merita davvero, per intero, di essere chiamato band di culto. Un’esistenza tormentata, poche ma splendide uscite, un oggetto misterioso desiderato alla follia dai fanatici del suono del deserto, per la prima volta in Italia.
La parte alta del cartellone si va a completare con altri due gioielli italiani: Destrage e Ornaments, campioni di suoni molto diversi fra loro ma vere teste di ponte fra l’Italia e il circuito internazionale.
I primi, in particolare, sono freschi di contratto con Metal Blade e pronti a esplodere come una delle realtà più interessanti e originali in ambito heavy: altrimenti detto, a volte non bisogna andare troppo lontano per trovare i Dillinger Escape Plan della prossima generazione.
Al post-rock/hardcore illuminato e quasi Tooliano degli straordinari Ornaments si affianca una serie di nomi che va a esplorare ulteriori aree di tutto quello che è musica pesante: la straordinaria Lili Refrain con il suo universo fatto di chitarre, voci, loop, drone, psichedelia e Pantone Nero, gli Storm{O} che urlano nel buio hardcore, i veterani OJM che risuoneranno il loro opus stoner Heavy per intero. E ancora i local heroes dell’heavy rock Mexican Chili Funeral Party e i devastanti ed esordienti Tutti I Colori Del Buio, black/crust da Torino con il sangue caldo ed Edwige Fenech nel cuore.

Il festival si svolgerà come sempre al Circolo Magnolia di Segrate (MI), ci saranno i soliti generi di conforto per l’uomo e la donna che non devono chiedere mai: mangiare, bere, distributori ed etichette con centinaia di LP, CD, poster, magliette, fumetti e chi più ne ha più ne metal
Ci stiamo inoltre adoperando per una consegna delle birre fronte palco con l’utilizzo di droni, ma per ora è solo un’indiscrezione.