Ultimate Warrior è morto: il tributo musicale di Soundsblog

Uno dei wrestler più famosi è scomparso: facciamo air guitar un’ultima volta sulla sua entrance theme…

8 Aprile 2014, giornata triste per gli amanti del wrestling e dell’iconografia anni Ottanta: Ultimate Warrior è morto.
Certo, la notizia sarebbe più adatta ad un blog di solo sport, ma appena la news è diventata ufficiale, nelle orecchie di chi scrive è partita la “entrance theme” del lottatore, la musica potentissima suonata quando arrivava sul ring. Quindi, siccome siamo un blog di musica, rendiamo omaggio a James Hellwig e alla musica che l’ha sempre accompagnato prima di un incontro.

La canzone si chiamava Way Of The Warrior, non ha il testo ma ha solo una musica che carica e pompa fin dalla prima nota: ascoltatela in apertura di post come ultimo tributo ad un wrestler che ha sicuramente fatto la storia del suo sport.
E non confondetevi con “Way Of The Warrior”degli Hammerfall, se cercate su YouTube: non c’entra niente, e i metallari svedesi non posso competere con l’epicità della entrance theme senza testo…

Per molti cresciuti negli anni ottanta, Ultimate Warrior fu anche primo prototipo di metallaro tamarro, con la sua canzone d’ingresso a base di chitarre distorte, basso che pompa, il look con capelli lunghi, il mistero dietro alle “parts unknown” da cui proveniva e il trucco che richiamava i Kiss.

Ultimate Warrior: breve storia del wrestler

Per chi invece non segue il wrestling e non è cresciuto negli anni ottanta, un breve riassunto della sua carriera.

James Bryan Hellwig (16 giugno 1959 – 8 aprile 2014), noto al grande pubblico col ringname di The Ultimate Warrior è stato un lottatore di wrestling statunitense, noto per la sua esperienza nella WWF (World Wrestling Federation) dal 1988 al 1996 e considerato una delle più famose superstar dei primi anni ’90. Nel 1993 ha legalmente cambiato il suo nome in Warrior. Nella sua pur breve carriera ha ottenuto diversi successi, tra cui un WWF Championship (strappato ad Hulk Hogan durante Wrestlemania VI) e due Intercontinental Championship. É Hall of Famer della WWE classe 2014.

Proprio su questo punto ci possiamo soffermare, come per uno scherzo del destino: pochi giorni fa Ultimate Warrior è comparso alla WWE Hall Of Fame e poi a Raw e Wrestlemania, tornando in uno show della World Wrestling Entertainment dopo 18 anni dalla sua ultima apparizione.
Ed è da pelle d’oca pensare che il 7 Aprile, il giorno prima della sua scomparsa, durante il Monday Night Raw aveva fatto alcune riflessioni sulla morte:

«Nessun talento della WWE diventa una leggenda per conto proprio, il cuore di ogni uomo batte il suo ultimo battito e i suoi polmoni esalano l’ultimo respiro. E se quello che un uomo ha fatto nella sua vita fa pulsare il sangue nel corpo degli altri e li fa sanguinare nel profondo, allora la sua essenza, il suo spirito, saranno immortali.
Voi siete gli Ultimate Warrios fans e lo spirito di Ultimate Warrior vivrà per sempre!».

Per ricordarlo, impossibile non guardarsi l’epico scontro con Hulk Hogan…

Foto: sito WWE.com, che ha ufficializzato la notizia della morte di Warrior.