Beyoncè, Live Nation Entertainment e United Center citati in causa da due fan della cantante

Due ragazze fan di Beyoncé non ci stanno e hanno deciso di fare ugualmente causa anche alla cantante

Denuncereste mai un vostro idolo? Dipende no? Se magari vi invece, un pensierino potreste anche farlo. Non è questo il caso perché, fortunatamente, la situazione è decisamente meno grave rispetto all’evento ipotizzato. Ma Raquel Castellanos e Gabriella Davidson hanno comunque citato -nell’ordine- Beyoncè, Live Nation Entertainment e United Center.

Le due ragazze raccontano di aver passato molto tempo, ore e ore, fuori dal Chicago United Center prima del concerto del Mrs. Carter Show World Tour, fissato per lo scorso dicembre 2013. Era stato assicurato alle due che sarebbero riuscita ad essere vicinissime al palco e a poca distanza dal loro idolo, solo se si fossero presentate parecchio tempo prima nel luogo in cui si sarebbe tenuto il live.

Ma non è andata così e, invece, di essere in prima fila, lei ragazze sono state travolte dalla massa di persone che si era radunata alle loro spalle, finendo letteralmente calpestate e con qualche ossa rotte e lesioni. Le ragazze hanno deciso di sporgere denuncia proprio perché riterrebbero tutte e tre le parti in causa colpevoli e responsabili dell’accaduto.

I cancelli non sono stati aperti senza alcun ordine logico, permettendo così alla folla ansiosa di precipitarsi, istericamente, all’interno

“Mentre le ore passavano , il gruppo è diventato sempre più grande, più denso e ed eravamo preoccupate di come, dove e quando il cancello si sarebbe aperto e dove i possessori del biglietto e i fan dovevano entrare al The United Center – non è stato spiegato a nessuno”

Entrambe chiedono una cifra di risarcimento (ad ora ignota) e nessuna delle parti in causa ha voluto commentare la notizia.

Via | Perez Hilton