Zucchero accusato dal suo manager di plagio

Rivelazioni e dichiarazioni che potrebbero essere davvero pesanti e che potrebbero anche mettere nei guai Zucchero Fornaciari, con un danno notevole alla sua immagina. In un’intervista a Chi Michele Torpedine ex manager della popstar che ha seguito Zucchero per 12 anni, parla di qualcosa di già sospettato ovvero i presunti plagi di molti grandi successi.

di fabio50

Rivelazioni e dichiarazioni che potrebbero essere davvero pesanti e che potrebbero anche mettere nei guai Zucchero Fornaciari, con un danno notevole alla sua immagina.

In un’intervista a Chi Michele Torpedine ex manager della popstar che ha seguito Zucchero per 12 anni, parla di qualcosa di già sospettato ovvero i presunti plagi di molti grandi successi. Anni fa se ne occuparono già i nostri media con Striscia la notizia che seguì ed accusò Zucchero molte volte. Adesso pero’ si entra proprio nel dettaglio, Torpedine ha infatti indicato le canzoni oggetto di plagio: “Come il sole all’improvviso” era quella di una canzone di Michael McDonald con una velocità diversa; “Così celeste” è un pezzo di Bob Seger; “Diavolo in me” è copiato da un brano di Joe Cocker; “Diamante” ha la musica di Matteo Maggese e Mino Vergnaghi. Spesso inoltre il cantante non ha citato tra gli autori chi realmente ha aiutato e collaborato nella composizione.

Sicuramente non credo finirà qui, probabilmente potrebbero essere dichiarazioni frutto di attrito tra i due ma sicuramente non dipingono una bella immagine di Zucchero che ha da poco lanciato la cover (questa volta dichiarata) di Wonderful life, di cui abbiamo parlato pochi giorni fa

Ultime notizie su Italians Do It Better

Tutto su Italians Do It Better →