Il padre di Jim Morrison si racconta in un libro

Chiunque abbia mai suonato in una band e abbia anche solo sognato di fare sul serio e diventare un professionista, ha dovuto sicuramente scontrarsi con l’opposizione di mamma e papà, chiaramente più contenti di avere un figlio ragioniere che musicista rock. Incredibilmete a questa regola non è sfuggito nemmeno il padre di Jim Morrison, come

Chiunque abbia mai suonato in una band e abbia anche solo sognato di fare sul serio e diventare un professionista, ha dovuto sicuramente scontrarsi con l’opposizione di mamma e papà, chiaramente più contenti di avere un figlio ragioniere che musicista rock. Incredibilmete a questa regola non è sfuggito nemmeno il padre di Jim Morrison, come egli stesso racconta nel libro “Doors by the Doors”, in libreria da domani per Sperling&Kupfer. Nel volume, su cui hanno scritto anche gli altri membri della band, l’ex ammiraglio George Stephen Morrison racconta gli esordi della carriera dal figlio, in toni non molto entusiastici. Racconta infatti

Quando andavamo in macchina da un capo all’altro del Paese a tutti noi piaceva cantare, ma era solo un passatempo. Non credo che nessuno di noi avesse la voce giusta. Gli dissi: “Sei sul binario sbagliato. Trovati un lavoro, fare il cantante non è un lavoro vero”

Dopo quella conversazione Jim partì con la band, e i due non si videro mai più. Ebbe sue notizie solo sei anni più tardi, quando fu informato della tragica morte del figlio.

Certo fa strano pensare al padre di una delle figure più trasgressive del rock, fare la ramanzina al figlio perchè si cerchi un lavoro da bravo ragazzo; pensate se Jim lo avesse ascoltato cosa il mondo si sarebbe perso. Il volume raccoglie storie, notizie, curiosità sulla vita dei Doors e del suo mitico cantante, ma sopratutto le parole inedite di un padre che nemmeno si rendeva conto di cosa combinava il figlio, arrivando a dichiarare che non aveva idea di quanto Jim fosse famoso, negli Stati Uniti e in Europa. E voi, avete mai tentato di sfondare con una band? E i vostri genitori come l’hanno presa? Noi intanto per festeggiare i quarant’anni della band, ci rivediamo dopo il salto il video di “Light my fire”.

I Video di Soundsblog