Snoop Dog diventa spazzino per 160 ore

Un’altro rapper è finito nei guai con la giustizia americana: dopo i guai di T.I. e Puff. Daddy, è la volta nientemeno che di Snoop Dogg. Arrestato lo scorso settembre per possesso di un’arma (un bastone retrattile) dentro l’areoporto di Los Angeles, e dichiaratosi subito colpevole per evitare ulteriori grane, è stato condannato a 160

Un’altro rapper è finito nei guai con la giustizia americana: dopo i guai di T.I. e Puff. Daddy, è la volta nientemeno che di Snoop Dogg. Arrestato lo scorso settembre per possesso di un’arma (un bastone retrattile) dentro l’areoporto di Los Angeles, e dichiaratosi subito colpevole per evitare ulteriori grane, è stato condannato a 160 ore di servizi sociali, a una multa di mille dollari, e a fare una donazione di 10.000 dollari a un’associazione benefica.

E’ stato lo stesso Snoop a scegliere il parco che dovrà ripulire, che il giudice ha però tenuto segreto per evitare l’arrivo in massa di paparazzi e curiosi; si sa solamente che è nella famosa contea di Orange County. Il decano del rap può ritenersi fortunato, considerato che la pena iniziale era di 3 anni di reclusione (convertita poi un libertà vigilata) e che già ad aprile era stato arrestato e condannato per un reato simile all’areoporto di Burbank.

Certo che gli americani per queste cose non scherzano, mi chiedo solo se ce la farà ad essere a Monaco il primo di novembre per presentare gli E.M.A., o se MTV dovrà trovare un sostituto all’ultimo secondo.

Via Rockol

I Video di Soundsblog