Daft Punk: A Trip Inside the Pyramid, dieci curiosità dalla biografia non autorizzata

Tutti pazzi per i Daft Punk: ma proviamo a scoprire qualcosa di più sul duo parigino

Sono stati i vincitori effettivi dei Grammy 2014. I Daft Punk hanno trionfato con ben cinque premi e hanno incantato il pubblico e gli spettatori con la loro performance del medley di Get Lucky, durante la serata evento che noi di Soundsblog abbiamo seguito in diretta.

Loro non hanno tolto i caschi in nessuna delle occasioni, né hanno spiccicato una parola. Si sono presentati sul palco e ha parlato Pharrell Williams al loro posto. Misteriosi e ignoti fino alla fine. Eppure, ecco uscire un libro biografico non autorizzato scritto da Dina Santorelli, interessato ad approfondire le figure che si celano dietro alle loro maschere. Proviamo insieme ad avere qualche dettaglio in più con questi punti:

US-ENTERTAINMENT-AWARDS-MTV

01. I loro veri nomi sono Thomas Bangalter (quello più alto) e Guy - Manuel de Homem - Christo. Si sono incontrati mentre frequentavano una prestigiosa scuola di Parigi negli anni '80. Entrambi sono sposati con figli. Bangalter ha 39 anni e de Homem - Christo, 40.

02. Il nome "Daft Punk" è stato scelto da una recensione negativa in cui la musica del duo era stato definito "punk daft thrash"

03. Prima di formare i Daft Punk, Bangalter e de Homem - Christo erano membri di una band chiamata Darlin', il cui nome era un omaggio a uno stesso omonimo brano dei Beach Boys

04. Nel loro film del 2006, Electroma, sono stati due assistenti di produzioni ad impersonare il robot 1 e il robot 2: il duo non appare mai nella pellicola

05. I precedenti album in studio dei Daft Punk, Homework e Discovery, sono stati registrati nella camera da letto di Bangalter

06. La leggenda dietro le maschere da robot è che alle 9:09 del 9 Settembre 1999, mentre erano in studio a lavorare su Discovery, c'è stato un incidente "Dopo alcuni interventi di chirurgia ricostruttiva , i due sono apparsi come robot ", afferma Santorelli

07. Non importa quanti collaboratori siano coinvolti, il duo orchestra tutto con attenzione, "dalle espedienti sui loro costumi ai minimi dettagli nella musica". Sono noti per ascoltare le tracce per mesi e mesi solo per ottenere un sample di tre secondi

08. Il fantasma del palcoscenico di Brian De Palma è il film preferito dell'infanzia di Bangalter e de Homem - Christo e li ha avvicinati ò al cantante / cantautore Paul Williams, che interpretava il personaggio di Swan. Williams ha poi continuato a collaborare con i Daft Punk per Random Access Memorie e ha accettato il Grammy per l'album dell'anno, da parte loro

09.Thriller di Michael Jackson è il primo album della coppia comprato con i loro soldi e lo hanno ascoltato costantemente "Se si guarda la copertina di Random Access Memories, si possono vedere tracce di Thriller nella copertina, cosa che è in linea con il loro amore verso il disco" afferma Santorelli

10.Hedi Slimane, direttore creativo di Saint Laurent ed ex direttore creativo di Dior Homme, ha progettato l'outfit dei Daft Punk quando si sono incontrati più di un decennio fa. Ha anche progettato il vestito che Brad Pitt indossava quando ha sposato Jennifer Aniston

Via | Usa Today

  • shares
  • Mail