The Wanted, Max George rivela i motivi dello scioglimento e i prossimi progetti

Ecco i motivi che si celano dietro la fine della boyband inglese

Non sono mai stati particolarmente fortunati, come boyband, i The Wanted. Dall’inizio sono stati offuscati dal grande successo dei loro cugini/rivali, i One Direction. E la sfida è apparsa impari fin dall’inizio. Anche con il loro nuovo album -e relativo tour- il gruppo made in Uk non è riuscito ad ottenere il successo sperato. A quel punto, ecco arrivare il comunicato ufficiale: i The Wanted si sciolgono, o prendono una pausa (come meglio preferite).

Adesso, a parlare apertamente di quello che è davvero successo è stato Max George, al The Sun.

“Nell’ultimo anno c’è stata molta tensione. Le nostre vite personali ci hanno separati. Sono iniziate ad accadere delle cose e siamo arrivati alla deriva. Eravamo soliti sentirci uniti come in un un patto fraterno, ma poi le cose hanno iniziato a non essere più così per i The Wanted”

George ha anche rivelato che lui e il collega Nathan Sykes sono stati i primi ad ammettere che volevano seguire altri progetti:

“Abbiamo avuto una conversazione molto difficile. Il nostro manager Scooter Braun ci ha chiesto chi avrebbe voluto fare un passo al di fuori dopo il tour e cercare di fare quello che voleva volevamo. Io e Nathan abbiamo detto che avevamo altre ambizioni. Siamo stati più preparati rispetto agli altri perché avevamo visto come erano andate le cose con la band nel corso degli ultimi mesi”

Max ha anche confermato che le scarse vendite del loro ultimo disco e il licenziamento da parte della Universal ha influito molto sulle successive decisioni:

“Le nostre vendite discografiche non erano quello che volevano. Abbiamo dovuto portare avanti un discorso sincero e onesto in merito a questo, perché continuare senza etichetta è difficile”

E nel futuro di George c’è anche la recitazione:

“Ho già firmato con la CAA, una grande agenzia di Hollywood. Dopo il tour ho intenzione di trasferirmi a Los Angeles, avere una casa e stabilirmi lì. Andrò a fare audizioni e impararò il mestiere. Si parla già di un paio di ruoli possibili per me”