Nuove uscite per Arctic Monkeys e Bloc Party

Nuove uscite in arrivo per due delle indie rock band più famose del momento. Si intitolerà “Flux” il singolo nuovo di zecca dei Bloc Party, il gruppo londinese capitanato dal nigeriano Kele Okereke. Nessuna indiscrezione sul perché, a pochi mesi dall’uscita del loro secondo album A weekend in the city, la band voglia lanciare sul

Nuove uscite in arrivo per due delle indie rock band più famose del momento. Si intitolerà “Flux” il singolo nuovo di zecca dei Bloc Party, il gruppo londinese capitanato dal nigeriano Kele Okereke. Nessuna indiscrezione sul perché, a pochi mesi dall’uscita del loro secondo album A weekend in the city, la band voglia lanciare sul mercato un brano nuovo. Forse la voglia di superare in fretta un album tutto sommato non brillante? Si sa solamente che e stato prodotto da Jacknife Lee, lo stesso produttore di “A weekend…” , e che conterrà altri due brani, “Emma Kate’s accident” e “The once and future king”. Il tutto sarà nei negozi il 12 novembre, aspettiamo fiduciosi.

Nuovo singolo, questa volta però estratto direttamente dal loro ultimo album, anche per gli Arctic Monkeys; sarà “Teddy picker” il terzo brano del gruppo di Sheffield a finire in radio. E sempre a proposito degli Arctic, nei giorni scorsi Liam Gallagher, voce degli Oasis, ha parlato proprio di loro e della riservatezza che spesso contraddistingue i giovani gruppi britannici, lontani anni luce dagli eccessi rock’n’roll del passato, dichiarando

“Dovrebbero godere di più del loro successo. A noi tutto è andato per il verso giusto, tutto quello per cui abbiamo lavorato e nulla al di fuori di questo ci è sembrato strano, non mi sono mai sentito a disagio, e credo che voi (i giornalisti, NdA) possiate dire che mai mi sono sentito a disagio con la fama. Ma poi guardo queste band, come gli Arctic Monkeys, e mi chiedo dove abbiano la testa. Sono imbarazzati dalla popolarità? Si, si può esserlo… ma non quando si è una rock band. Se sei a disagio mentre vivi il tuo sogno, beh, che Dio ti aiuti!”

Sicuramente Liam, nel periodo d’oro della band, non era per niente a disagio con le sbronze, la droga, le turbolente relazioni con le amanti di turno, o quando faceva a gara col fratello a chi spendeva di più in cocaina, e in confronto a loro una giovane band di oggi sembra uscita dall’oratorio. Voi che ne pensate, è meglio oggi o la triade “sesso droga e rock’n roll” in voga fino a qualche anno fa? Intanto dopo il salto ci vediamo il video di “Teddy picker” live al Glastonbury Festival.

Via Arcticmonkeys.it


I Video di Soundsblog

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →