American Idol 2014: ascolti ‘discreti’ nella prima puntata (ma per la Fox è un successo)

Buon esordio o inizio non esaltante per American Idol 13?

C’era bisogno di una ventata di novità o di aria fresca per la nuova edizione di American Idol. Dopo la delusione di avere Nicki Minaj e Mariah Carey come giudici, la produzione aveva deciso di far tornare dietro al bancone Jennifer Lopez, amata dal pubblico nelle precedenti annate. E, probabilmente complice anche il rilascio a breve del suo nuovo album, la cantante ha accettato di tornare nel talent show durante la tredicesima edizione.

Accanto a lei, l’unico ‘superstite’ della 12esima serie, Keith Urban, e la new entry Harry Connick Jr. Eppure, nonostante l’affiatamento evidente tra i giudici e una critica quasi entusiasta di fronte ai tre giudici di American Idol, la premiere ha visto ascolti decisamente buoni ma in calo rispetto alle precedenti edizioni.

Per intenderci, la prima puntata (con le classiche audizioni) ha visto ben 15 milioni di spettatori. Alta, addirittura superiore al grande successo di The Voice -che ha debuttato con 14.6- mentre invece la percentuale nell’età demografica da 18 a 49 anni ha visto primeggiare proprio il talent con Christina Aguilera giudice (5.1) rispetto ad American Idol (4.6). Ed è la prima volta che accade.

Il successo sembra, in ogni caso, evidente ma quello che appare, ai critici oltreoceano, è la differenza rispetto agli anni precedenti -soprattutto prima del 2011- quando, davanti alla tv, erano oltre 20 milioni di spettatori. La Fox esprime entusiasmo e soddisfazione per i risultati e insieme a loro, sembrano essere d’accordo anche critica e pubblico. Come inizio non c’è male, nonostante la concorrenza degli altri talent show abbia evidentemente rosicchiato qualche milione di spettatore nel corso degli anni.

Via | Philly