Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro

In occasione dell’anniversario dei 60 anni della Rai, ecco le canzoni più belle dello Zecchino d’Oro

Continua il nostro viaggio nella storia dei 60 anni di Rai. Dopo l’elenco delle sigle dei programmi tv più indimenticabili e quelle delle fiction che hanno accompagnato i decenni della televisione, adesso vogliamo ripercorrere con noi un armarcord nelle numerose edizioni dello Zecchino D’oro.

La prima puntata della trasmissione andò in onda il 24 settembre 1959. Fu ideato da Cino Tortorella che pensò ad un programma appositamente creato su misura per i bambini, sulla musica, una specie di Sanremo ma in chiave rivisitata apposta per l’infanzia. Nel 1963, dopo numerose richieste da parte dei bambini interpreti delle prime edizioni, vi fu l’idea di dare vita ad un coro di accompagnamento. Nacque quindi il Piccolo Coro dell’Antoniano, coordinato e diretto da Mariele Ventre. Fu sempre in quello stesso anno che, per la prima volta le canzoni furono incise su disco. Il resto, è proprio il caso di dirlo, fu storia.

A seguire, ecco dieci brani indimenticabili, i pezzi più rappresentativi del programma.

Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro: Ombretta del Mississipì

Questo brano partecipò alla 28° edizione dello Zecchino d’Oro nel 1985. A cantare “Ombretta del Mississipì” furono Mauro Cingia e Silvia Senatore. Si svolse a Bologna dal 21 al 23 novembre del 1985. Vince, invece, Riprendiamoci la fantasia. Quell’anno, la sigla d’apertura era We are the world (M. Jackson, L. Richie), cantata dal Piccolo Coro dell’Antoniano.

Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro: Il coccodrillo come fa?

Primo posto per questo pezzo ancora oggi trasmesso in alcune trasmissioni tv, diventando una sorta di tormentone tra le canzoni per bambini. Il coccodrillo come fa? vede il testo scritto da Oscar Avogadro con Musica di Pino Massara). A eseguirla furono Carlo Andrea Masciadri e Gabriele Patriarca. Era il 1993.

Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro: Popoff

E chi non ricorda Popoff? Nona edizione dello Zecchino d’Oro, vincitore nel 1967 e brano cantato da Walter Brugiolo. Aveva 5 anni ed era di San Venanzio di Galliera. Il brano è stato scritto da Anna Benassi, mentre la musica è stata composta da Paolo Gualdi e Mario Pagano. Ebbe un tale successo negli anni che nel 1999 venne realizzato un videoclip animato incluso nella prima raccolta de i cartoni dello Zecchino d’Oro e nella sua seconda edizione (del 2008)

Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro: il caffè della Peppina

In questo caso la canzone risale al lontano 1971, il concorso era arrivato alla sua tredicesima edizione. A cantarla furono Simonetta Gruppioni (5 anni) e Marina D’Amici (4 anni, di Colleferro). Il testo era stato scritto da Tony Martucci ed Alberto Anelli. La storia è semplice quanto immediata: un caffè che non si riesce proprio a bere perché la Peppina, che lo preparava, lo condiva con ogni sorta di ingredienti.

Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro: Volevo un gatto nero

“Volevo un gatto nero, nero, nero, mi hai dato un gatto bianco e io non ci sto più!”. Il brano è stato cantato da Vincenza Pastorelli. Il testo è di Franco Maresca mentre la musica era di Armando Soricillo, Framario. Naturalmente stiamo parlando di “Volevo un gatto nero” in concorso nel 1969.

Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro: il valzer del moscerino

Canta Cristina d’Avena. Ed è di Bologna. Non c’è altro da aggiungere, credo, per questo pezzo storico che vede la partecipazione della cantante -protagonista delle sigle dei cartoni animati per anni e anni- con “Il valzer del moscerino”. Ma la tenerezza assoluta?!? Era il 1968.

Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro: Le tagliatelle di Nonna Pina

La canzone è diventata un vero e proprio tormentone grazie anche all’utilizzo in programmi come “La prova del cuoco” condotta da Antonella Clerici. Il brano è stato scritto e composto da Gian Marco Gualandi e interpretato da Ottavia Dorrucci (5 anni, nata a Verona) e pezzo vincitore del 46° Zecchino d’Oro, nel 2003.

Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro: Il pulcino ballerino

La canzone ebbe, ai tempi, un successo incredibile, vendendo un numero altissimo di copie. Nessuno, per anni, riuscì ad uguagliare il boom ottenuto dal brano. Era il 1964 e a interpretare Il pulcino ballerino era Viviana Stucchi, nata in un piccolo paese della Brianza. Il brano fu scritto da Franco Maresca e composto da Mario Pagano.

Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro: Il lungo, il corto e il pacioccone

Il loro pezzo è arrivato solo al quarto posto ma poi è diventato un vero e proprio classico del programma. Si intitola Il lungo, il corto e il pacioccone. A cantarlo, sul palco, erano in tre: Gianluca Calderari, Massimo Colucci e Leonardo Barsotti. Testo di Leo Chiosso e musica di Gorni Kramer

Rai 60 anni: le dieci canzoni più belle dello Zecchino d’oro: Quarantaquattro gatti

“44 Gatti in fila per sei col resto di due, si unirono compatti in fila per sei col resto di due”. Chi non la ricorda? E’ un pezzo del 1968, vincitore dello 10ª edizione dello Zecchino d’Oro con l’interpretazione di Barbara Ferigo (4 anni di Gorizia).Testo e musica del brano sono di Giuseppe Casarini.

Ultime notizie su Zecchino d'oro

Tutto su Zecchino d'oro →