Emozioni su Rai Due, Patty Pravo e Elisa: tutti i servizi della puntata

Appuntamento giovedì 19 dicembre 2013 con uno speciale in onda su Rai Due

Si è concluso lo speciale appuntamento di Emozioni, lo speciale di Rai Due che ha visto racchiuse insieme due grandi cantanti del panorama italiano. Da un lato la trasgressiva e amatissima Patty Pravo, dall’altra Elisa, divisa tra la passione per l’inglese e i brani in italiano. I passi principali dei loro successi, delle loro conquiste e le rispettive esperienze sul palco del Festival di Sanremo

Qui sotto trovare il liveblogging della nostra diretta, con i passaggi, minuti per minuto, del reportage sullo loro due diverse, ma sempre emozionanti e interessanti, carriere.

Emozioni, Elisa il liveblogging

elisa-emozioni

23.24. Ecco l’ultimo album, L’anima vola. Oggi, 19 dicembre, è il suo 36esimo compleanno. Auguri Elisa!

elisa-sangiorgi

23.20. Proprio con il leader dei Negramaro il duetto Ti vorrei sollevare. E un altro successo

elisa-mamma

23.16. Spazio anche all’amore con il suo collega. E arriva anche il nuovo ruolo di mamma. Padrino della piccola Emma è Giuliano Sangiorgi dei Negramaro.

gli-ostacoli-del-cuore

23.10. Ligabue le propone una collaborazione. Lei accetta, i due si incontrano e lei accetta subito di duettare nel brano “Gli ostacoli del cuore”. E il successo è immediato. Continua ancora l’ispirazione per altri brani in italiano.

elisa-una-piccola-poesia-anche-per-te

23.06. La canzone viene tradotta in italiano, Una piccola poesia anche per te

23.04. Tiziano Ferro le chiede di darle una versione inglese di Rosso Relativo. Ma il risultato non viene mai pubblicato.

23.03. Fiorello: “Io la metto al pari con le grandi interpreti del mondo. Dove ha imparato a parlare così l’inglese?”

elisa-almeno-tu-nell-universo

22.56. Riascoltiamo l’interpretazione di “Almeno tu nell’universo” di Mia Martini. Due versioni totalmente diverse. Anche se Mia è irraggiungibile…

fiorello-elisa

22.52. Arrivano i grandi successi e le collaborazioni. La ricordiamo anche insieme a Pavarotti.

silvia-toffoli

22.50 La madre ammette che i primi tempi del grande successo sono stati duri. “Ero frastornata!”. Elisa, per lei, scrive “Heaven out of hell”

elisa-caselli

22.46. Nonostante abbia interrotto presto gli studi, armata di dizionario, inizia a comporre in inglese. “Aveva dei sogni meravigliosi per la musica, suoni belli”. Manda la cassetta con un nastro. Arriva al braccio destro di Caterina Caselli. E inizia la favola. Ascoltano “Imagine”. Arriva la richiesta del provino a Milano.

elisa-infanzia

22.43. Elisa ricorda la sua infanzia. “Io cantavo principalmente per uno sfogo. Mi chiudevo in bagno”. La madre ricorda i bei tempi: “Ascoltava sempre quel Jim Morrison”. Una donna, un mito.

elisa-luce

22.41. E’ un testa a testa tra Giorgia ed Elisa. Vince quest’ultima con Luce.

elisa-luce-sanremo

22.31. Ad aiutare a completare il pezzo fu la madre, mentre stirava. In poche ore ebbe il testo. Quando si dice la forza e il potere della famiglia! Riuscirono quindi ad essere inclusi, all’ultimo, a Sanremo. Canta per la prima volta in italiano, Luce. E sul palco più seguito d’Italia: l’Ariston. Riuscì anche a battere Giorgia con “Di sole e d’azzurro”

elisa-luce

22.28. Caterina Caselli ha scoperto proprio lei e la sprona a partecipare anche a Sanremo. In quell’anno c’era Giorgia in gara

“Non volevo andare con un brano sanremese. Volevo andare con un brano mio, che fosse mio”

elisa-emozioni

22.26. Ecco Elisa, da giovane, al karaoke di Fiorello.

Emozioni, Patty Pravo il liveblogging

22.23. Sul palco, durante i concerti del 2012, ecco l’attacco di panico. Non ricorda più il testo e vive un periodo difficile. Ma poi lo supera. E continua la sua carriera infinita. Arrivano gli auguri ad Elisa, il secondo artista di questa puntata

patty-pravo-la-luna

22.21. E la recente “La luna”? No dico vogliamo dimenticarla? Affatto.

e-dimmi-che-non-vuoi-morire

22.14. Patty Pravo torna all’Ariston con “E dimmi che non vuoi morire”. Si classifica solo settima. Avevo rimosso. Vinsero i Jalisse. Aveva rimosso anche questo.

patty-pravo-scandali

22.12. Siamo a maggio del 1992 con lo scandalo droga. Addirittura scandalo di stupefacenti. Eh. Che esagerazione. Poi tutto si è sgonfiato. In carcere cantava anche per le detenute. Patty, ti amo. Sappilo. Pubblicamente lo dico.

22.10. Arriva in Cina e scuote anche la popolazione cinese. “Perché ero bionda e con un bel visino”

patty-pravo-sanremo

22.07. Agli inizi degli anni ’80 si trasferisce in America. Poi il ritorno a Sanremo. Sobrisssssssima.

22.05. Perle di saggezza mady by Pravo: “La trasgressione è qualcosa di innato. Non è che uno si sveglia al mattino e dice ‘Adesso vado a trasgredire'”. Amore puro.

pensiero-stupendo

22.01. Arriva una nuova canzone per lei. Pensiero Stupendo vi dice qualcosa?

pravo-ritiro-scene

21.59. Lentamente, si allontana dalle scene. C’è chi parla di depressione. Altri di problemi di diverso tipo. Ma continua a far parlare di sé.

pazza-idea-patty-pravo

21.54. E dopo di lui, ecco Maurizio Vandelli. Ma arriva il momento del rilancio ufficiale della cantante grazie a “Pazza idea”. Ok, è ufficiale: domani vado a comprare tutti i suoi album.

patty-pravo-fogli

21.49. Arriva l’incontro con Riccardo Fogli dei Pooh. Attrazione fatale tra i due. Iniziano i ritardi con la band, il gruppo sembra compromesso. “O la band o Patty Pravo”. Lui li lascia e segue la Pravo. Poco dopo, però, i due si lasciano

patty-pravo

21.49. In una’esibizione francese del 16 giugno 1970 scoppia a piangere in diretta.

patty-pravo-tutt-al-più

21.45. A quattro anni dal Piper, sente il bisogno di cambiare. Basta “Bambola”. Ecco una nuova immagine a partire dal pezzo “Tutt’al più”. Pezzi raffinati, impegnati, da donna austera e seria. Una scelta che le ha fatto perdere anche un manager, ai tempi.

patty-pravo-sanremo

21.37. Con La Spada nel cuore, scritta da Mogol, sale sul palco dell’Ariston per la prima volta. “Mi piaceva solamente per la parte centrale” confessa. Arriva quinta ma vince il Premio della Stampa per la migliore interpretazione.

21.36. Incontro sentimentale con Gordon Faggetter. Una storia d’amore con un mistero. Ancora non si è capito se i due si siano sposati in segreto. I fotografi, all’epoca, erano impazziti. “Noi ci siamo sposati, c’era anche Gigi Vesigna”, conferma lei oggi.

battisti-pravo

21.30. “Io sono la prima forse”. E’ la risposta, ai tempi, della Pravo a chi le chiede chi è la cantante più brava. I giornali iniziano a parlare di lei e della sua immagine trasgressiva: prima di esibirsi? Lei farebbe sess0. In quei giorni, incontra Lucio Battisti. E la collaborazione per il brano Il Paradiso. Siamo nel 1969.

21.29. Antonioni e De Sica le offrono anche una parte al cinema. Però gli impegni non le permisero di partecipare alle pellicole. Uno di questi, era Il giardino dei Finzi Contini. “Un peccato”, commenta oggi.

21.26. La canzone, del 1968, è un successo assoluto e la “segna” per sempre. Lei era poco convinta proprio per il sentore del grande riscontro che avrebbe potuto avere. Vendette milioni di copie. Un record per quei tempi. Nasce ufficialmente il mito di Patto Pravo con un’attenzione anche europea. Tutti la vogliono, tv e pubblicità comprese.

patty-pravo-bambola

21.25. Per lei arriva una nuova canzone. E’ l’epoca del femminismo. Poteva non essere Bambola?

ragazzo-triste-patty-pravo

21.23. L’esordio è con Ragazzo Triste.

21.22. Il nome iniziale era Patty Bravo. Il termine era conosciuto in tutto il mondo e il nome era noto ai tempi. Ma da Bravo si passa a Pravo.

21.20. L’incontro con Crocetta, il direttore del Piper (alla ricerca di una ragazza simbolo del locale) e di alcuni talent scout (tra cui Arbore), è fondamentale. Inizia il lancio di Nicoletta. E arriva il nome d’arte.

piper-patty-pravo

21.19. E a Londra cosa succede? Le parlano del Piper… e lei decide di andarci al più presto

21.18. Patty apparteneva ad una famiglia dell’alta aristocrazia. Viziata e abituata al lusso e alle conoscenze importanti. I genitori prendevano il the con Papa Roncalli, per dire. Poi muore la nonna e decide di trasferirsi a studiare a Londra

patty-pravo

21.16. Detestabile e odiosa. Carina ma non canta in maniera eccezionale. Questi alcuni dei commenti di repertorio in bianco e nero. Diciamo che non tutti, ai tempi, erano entusiasti. Forse invidia?

21.14. Renzo Arbore: “Lei era una diva. Ma nel senso buono del termine! Magari ce ne fossero tante!”. La sua immagine era ben differente da quella di Ornella Vanoni e Orietta Berti.

emozioni-patty-pravo

21.12. Si inizia immediatamente con le immagini del Piper Club e del grande successo immediato ottenuto da Patty Pravo agli inizi della sua carriera, appena diciottenne. Il produttore Migliacci conferma:

“Lei era l’entusiasmo, il Piper in persona”

emozioni_patty-pravo-elisa

Questa sera alle 21.10, appuntamento “doppio” con la musica italiana. Su Rai Due andrà in onda lo speciale “Emozioni, Patty Pravo e Elisa“, con protagoniste due delle artiste più amate del panorama musicale.

Si apre con Nicoletta Strambelli, in arte Patty Pravo, e si ripercorre la sua vita con la passione per la danza e la musica fin da piccola. Viaggia fino a Londra ma torna in Italia quando il Piper inizia ad essere un punto di ritrovo importante per i cantanti. E proprio lì, Renzo Arbore, Luigi Tenco, Gianni Boncompagni stanno cercando “la ragazza del Piper”. Incide poco dopo il suo primo singolo “Ragazzo triste”, grande successo, cover di “But you’re mine” di Sonny Bono. Seguiranno commenti e ricordi di Gaetano Curreri degli Stadio, chitarrista Tomasi, Renzo Arbore, Maurizio Vandelli, Porcarelli, Gordon Faggeter, Dossena, Migliacci, Riccardo Fogli, Enrico Rovelli, Daniele Stroppa, Carlo Conti e Giuliano Sangiorgi.

La seconda parte, invece, è dedicata ad Elisa. Lei ha la passione della chitarra fin da bambina e inizia a fare la corista mentre lavora come parrucchiera. Viene notata da Caterina Caselli e pubblica il suo primo album “Pipes & Flowers” (250 mila copie vendute in Italia) dopo un viaggio in California. Rimane molto legata alla lingua inglese per la scrittura dei suoi pezzi ma diventa autrice di brani anche in italiano, grazie ai quali vince anche il Festival di Sanremo. Parliamo, ovviamente, di Luce (Tramonti a nord est), scritto prima in lingua straniera e poi riscritto insieme a Zucchero. Anche per lei diverse testimonianze come quelle della madre e della sorella di Elisa, e di colleghi artisti come Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Ligabue, e Fiorello

Appuntamento per questa sera alle 21 con il nostro consueto liveblogging! Vi aspettiamo!