X Factor 7, Aba: “È stata una fiaba e spero di fare un album, ma non rinnego The Apprentice”

X Factor 7: Aba si racconta a SoundsBlog il giorno dopo la finale che l’ha vista arrivare quarta. Ma con soddisfazione.

di grazias

” class=”alignnone size-thumb_620x350 wp-image-231295″]

Sarebbe stato molto difficile per Aba vincere X Factor 7. E questo già a partire da una questione meramente onomastica: il suo nome all’anagrafe è Chiara Gallana, così tanto simile, insomma, a quello della sua omonima Galiazzo, trionfatrice della scorsa edizione dello show. Ma se fosse successo, oggi forse saremmo qui a parlare di nomen omen. E invece no. Perché l’allieva di Elio, ieri sera si è classificata quarta durante la finale del talent con la X. Ma non l’ha presa troppo male, anzi. Ecco come ci ha raccontato le sue impressioni a caldo, all’indomani dell’ultima puntata di X Factor 7:

Per me questa gara è stata una favola, anzi una fiaba (se mi passate il gioco di parole)! Per quanto riguarda la finale, duettare con Mario Biondi mi ha trasmesso delle emozioni che durante X Factor non avevo ancora provato. Paradossalmente ero quasi più tranquilla rispetto alle altre puntate. Forse perché non avevo aspettative e non mi ero creata illusioni. Io me la sono goduta fino in fondo e per me è stato straordinario. Le lacrime che avete visto erano solo di profonda emozione e non di tristezza. Sono uscita veramente felice e sono molto orgogliosa di essere arrivata quarta e di aver fatto questo percorso con i compagni di viaggio che erano con me in finale. Sono davvero serena.

Una serenità e un risultato a cui è arrivata anche grazie all’aiuto di Elio, il suo giudice-guida (nonché colui che, all’inizio di questa avventura, aveva coniato per lei il nome d’arte Aba). La ragazza sembra aver apprezzato davvero molto il sostegno con cui Elio l’ha supportata fino a portarla in finale:

Devo dire che, in generale, X Factor è stata un’esperienza molto formativa sia dal punto di vista artistico che da quello umano e psicologico. La figura di Elio la associo un po’ a quella di un genitore: mi diceva cos’era bene e cos’era male per lasciarmi poi libera di scegliere. Penso sia la cosa migliore in questi casi. Non mi ha mai imposto nulla ma mi ha sempre consigliato. Mi sono sentita molto curata e coccolata ma anche davvero libera. Niente da dire, è stata una bellissima esperienza.

E ora passiamo alle note dolenti: la fanciulla, di puntata in puntata, non si è certo guadagnata le simpatie del pubblico da casa. Sui social piovevano commenti su una sua presunta antipatia manifesta e qualche voce deve essere giunta anche alla diretta interessa. Tanto che ha cercato di correre ai ripari. Vediamo come:

È difficile capire cosa porti il pubblico a pensare certe cose. Mi sono risposta con l’aiuto dei colleghi: li ho tormentati per una settimana facendo loro vedere i miei video e chiedendo pareri su cosa di me, eventualmente, non stesse andando per il verso giusto. Alla fine mi sono data una spiegazione: più che un comportamento negativo, ad infastidire il pubblico era un mio atteggiamento “sbagliato”. In pratica all’inizio mi si vedeva sempre molto concentrata sul palco, forse sembravo davvero troppo seriosa. Questa cosa è stata letta dai telespettatori come un segno di antipatia. Fortunatamente da parte dei giudici non ho mai ricevuto critiche molto negative. L’unica che mi è stata fatta arrivava da Morgan che mi ha detto: “Sei troppo perfetta, quindi non vai bene!”. Ma io l’ho preso come un complimento, sinceramente. In ogni caso, avvertendo tale fraintendimento da parte del pubblico, ho lavorato su questa mia faccia da “concentrata” in modo che risultasse meno dura. Questo cambio di rotta ha coinciso con il fatto che Elio decise di assegnarmi una canzone più solare, un brano di Beyoncé che io adoro. C’era una bella differenza rispetto alle mie tre precedenti esibizioni in cui avevo cantato pezzi più “cupi”. Da quel momento credo che le cose siano un po’ cambiate. O forse sono diventata più simpatica quando ho rischiato di cadere dal palco!

Qualche critica, però, la fanciulla se l’era attirata anche per la sua partecipazione a The Apprentice. Non si trattò di un gran percorso, eh? Il boss Flavio Briatore le intimò il suo temutissimo “Sei fuori!” al termine della seconda puntata, ma ciò è bastato per far nascere qualche piccolo (o grande) focolaio polemico. La ragazza rivela che, inizialmente, anche i giudici avessero qualche pregiudizio nei suoi confronti proprio per questa sua passata esperienza tv. Ma i quattro cambiarono idea in un momento ben preciso:

Non rimpiango la mia partecipazione a The Apprentince. Comunque si tratta di una mia passione. Il canto è quella primaria ma, grazie all’università, mi sono interessata molto anche al marketing. A quei tempi mi ero appena laureata e cercavo un impiego. Ho visto l’annuncio dei casting per questo programma che offriva comunque una possibilità di lavoro molto importante e mi sono detta: “Perché no?”. Secondo me in fondo è stata un po’ la cosa che mi ha fatto notare dai giudici durante i casting. Erano partiti con un forte pregiudizio, era come se si dicessero: “Vediamo questa dove vuole arrivare”. Dopo aver cantato davanti a loro, mi sono portata a casa quattro sì, quindi devono essere rimasti positivamente impressionati, no?

Beh, difficile darle torto. Soprattutto perché Aba è riuscita a raggiungere la fase della gara più agognata dai concorrenti del talent con la X. La finale? Anche. Ma soprattutto la chance di proporre un proprio inedito. Il suo si chiama Indifesa ed è lei che ne firma il testo, orgogliosamente:

Il mio inedito è su uno stile blues gospel che a me piace molto. Lo considero un ottimo inizio. Poi certamente le operazioni di scrittura, arrangiamento e adattamento sono molto soggette ai tempi televisivi. Magari nel momento in cui si andasse a creare un album con le dovute tempistiche, probabilmente uscirebbe qualcosa di diverso. Comunque l’evoluzione di questo brano mi è piaciuta. Mi rappresenta tantissimo perché ne ho scritto il testo quindi sia da questo punto di vista che da quello dell’arrangiamento, non posso proprio lamentarmi!.

Insomma, tutto rose e fiori? Aba si può dire davvero completamente soddisfatta del proprio percorso ad X Factor 7? Sì. Però anche no:

Non ho nessun rimpianto ma, potessi tornare indietro, magari comincerei questa esperienza direttamente col sorriso, quel sorriso che invece ho tirato fuori solo a partire dalla quarta puntata. Se magari prima ero concentrata più sull’esecuzione che sul divertimento, poi ho capito che in realtà io dovevo solo cantare, senza pensare ad altro. Insomma, darei più importanza alla dimensione del divertimento e dell’essere lì solo per cantare, cosa che nelle prime tre puntate non ho fatto.

E ora che i giochi di X Factor 7 sono fatti, che ne sarà di Aba?

Questa è la settimana dei festeggiamenti di Natale e non me la toglie nessuno! Quello che farò in futuro dipende dalle proposte che mi arrivano, spero di poter fare un album. Comunque sia non vedo l’ora di avere la chance di cantare dal vivo. Gli Ape Escape hanno proposto questa cosa del tour tutti insieme e a me piacerebbe moltissimo. Anzi, abbiamo già cominciato ad inventarci i featuring che faremmo!