Cheryl Cole vince la battaglia legale contro X Factor USA dopo il mancato ruolo di giudice nel talent show

Il verdetto è a favore dell’ex Girls Aloud: Cheryl Cole vince la causa contro X Factor Usa

Cheril Cole ha vinto la sua battaglia contro i produttori di X Factor USA: la cantante, ex membro delle Girls Aloud- con le quali ha dato vita ad una reunion negli ultimi tempi- era stata scelta come giudice della versione americana del talent show durante la prima stagione, nel 2011. Ma la sua presenza nel programma non è durata oltre una sola puntata (e diverse settimane di riprese per le audizioni). Poi è stata sostituita da Nicole Scherzinger. Il motivo? C’era il timore che il pubblico non potesse relazionarsi -o comprendere pienamente- il suo accento di Newcastle.

Ed ecco quindi la decisione di fare causa ai produttori per 2,3 milioni di dollari. Secondo altre voci, invece, la cifra addirittura sarebbe più elevata: 2 milioni di sterline in più, compresa una garanzia di 1,4 milioni di sterline per una seconda serie, £ 64.000 per i capi d’abbigliamento, £ 16.000 per lo stilista e £ 25.500 tra tasse e abitazione in America. Inoltre, anche il costo delle guardie del corpo e i biglietti aerei di prima classe usati da lei e dal suo staff.

E adesso, ecco la vittoria della Cole, descritta così da una fonte vicina alla cantante:

“E’ stata una lunga lotta con un sacco di tira e molla tra i due gruppi di avvocati, ma è arrivato un respiro di sollievo per entrambe le parti perché è finalmente finita. Cheryl era determinata ad ottenere ciò che pensava le fosse dovuto e il verdetto dimostra quanto aveva ragione. Entrambi i suoi tour e la battaglia legale sono stati molto impegnativi per lei, ma ora è determinata a tornare a fare quello che sa fare meglio: intrattenere i suoi fan”

Nel suo libro autobiografico, la Cole ricorda che Simon non aveva avuto nemmeno il coraggio di telefonarle o di mandarle un messaggio per avvertirla di cosa stava per succedere.

“Ero furiosa. Credevo che avessimo una buona amicizia e non riuscivo a capire perché non fosse stato sincero con me”

Ha anche mandato un sms al magnate della musica dicendogli:

“Ti odio. Capisco che sei un uomo d’affari e quello che ho imparato da questo è come gli affari siano più importanti per te della nostra amicizia”

I Video di Soundsblog