Audiradio 4° bimestre 2007

Audiradio

Pubblichiamo la classifica degli ascolti radiofonici in Italia riguardanti il terzo bimestre (dal 16 giugno al 3 agosto). Le variazioni sono da considerarsi in confronto al 3° bimestre 2007 (che potete trovare qui).

- Classifica Audiradio 4° bimestre 2007 - Giorno Medio -

RAI RADIO UNO 6.302.000 (-280.000 -4,3%)
RADIO DEEJAY 5.664.000 (+60.000 +1,1%)
RDS 5.453.000 (+410.000 +8,1%)
RTL 102.5 5.209.000 (+68.000 +1,3%)
RAI RADIO DUE 5.003.000 (-560.000 -10,1%)
RADIO 105 4.161.000 (+58.000 +1,4%)
RADIO ITALIA SMI 3.823.000 (-2.000 -0,1%)
RADIO KISS KISS 2.541.000 (+108.000 +4,4%)
RMC 2.050.000 (+32.000 +1,6%)
RAI RADIO TRE 2.030.000 (0 0%)
RADIO R101 1.998.000 (+7.000 +0,4%)
RADIO CAPITAL 1.978.000 (+114.000 +6,12%)
RADIO MARIA 1.782.000 (-104.000 -5,5%)
RADIO 24 1.728.000 (-158.000 -8,4%)
M20 1.467.000 (+168.000 +12,9%)
ISORADIO 1.203.000 (+44.000 +3,8%)
RADIO RADICALE 468.000 (-194.000 -29,3%)

Dopo il salto le analisi dei dati e la classifica degli ascolti nei 7 giorni:

La prima classifica relativa al periodo estivo pubblicata da Audiradio (evento mai accaduto in passato) decreta subito un indiscusso trionfo e un innegabile tonfo, e così mentre RDS festeggia i suoi 410 mila ascoltatori in più, Radio 2 piange la perdita di oltre mezzo milione di ascoltatori. Ma andiamo con ordine.. Ad ogni modo l'ammiraglia di Radio Rai resta al comando con oltre sei milioni e mezzo di contatti, pur perdendone quasi trecentomila. Deejay rimane comunque il network più ascoltato in Italia e guadagna pure qualcosina, ma si ritrova ad essere incredibilmente incalzato da una RDS in splendida forma, che con un incremento di 8 punti percentuali si ritrova al terzo posto sorpassando RTL 102.5, gradino che non toccava da un po' di tempo. Curioso come dopo tutto questo apprezzamento da parte del pubblico la radio 100% Grandi Successi abbia recentemente "ritoccato" la sua formula: via la barriera "dagli anni 90 ad oggi" e spazio alle canzoni "senza tempo". Così, quella che fino a pochi giorni fa era una delle poche radio orientate ad un tipo di musica relativamente recente segue ora la scia di tantissime altre emittenti, ben felici di suonare pezzi datati 20 o 30 anni fa. Non che ascoltare "Africa" dei Toto dia fastidio, per carità, ma comunque mi chiedo se questa modifica ad un formato già rodato e vincente fosse davvero necessaria. Ne riparleremo con i dati del quinto semestre sottomano. Nonostante tutto questo la radio dei Very Normal People supera i 5 milioni e 200 mila contatti, e sarà curioso vedere quanto l'arrivo di due "potenze mediatiche" (diverse tra loro, chiaramente) come Paoletta e Claudio Lippi influirà sui prossimi dati. Come anticipavo prima è Radio 2 ad uscire dalla battaglia piena di ferite: 560 mila ascoltatori in meno, e un bel 10% rosso. E la causa di questa flessione è fin troppo facile da capire, e porta il nome di Fiorello. O sarebbe meglio dire che NON porta il nome di Fiorello, visto che durante l'estate Viva Radio 2 non va in onda, e a quanto pare gli ascoltatori preferiscono spostarsi verso altri lidi. Segno che per molte persone quel "Radio 2" non può esistere senza un "Viva" davanti, e considerato che la coppia Fiore-Baldini non tornerà on-air prima del prossimo anno non sarà facile nei prossimi mesi ripetere i grandi numeri raccolti nelle passate indagini. A quasi un milione di contatti di distanza troviamo Radio 105, ed evito i commenti su questo "Teatrino dello Zoo" che va avanti da troppo tempo.. minaccia di chiudere, poi chiude, sbarca su Sky, forse torna pure in radio, insomma, una gigantesca presa in giro che a mio avviso nuoce solo al pubblico più affezionato e basta.. Nonostante questo la radio di Hazan guadagna qualcosina e rimane stabile al quarto posto, seguita da una Radio Italia in leggerissima perdita e da una Kiss Kiss in ottima forma (+108.000). Settimo posto per la radio del Principato di Monaco in lieve risalita e ottavo per una stabilissima (non s'è mossa di un ascoltatore!) Radio 3. L'emittente capitanata dal bravo Gerry Scotti R101 rimane più o meno stabile, Capital guadagna un buon 6% mentre Radio Maria perde oltre 100 mila fedelissimi (mai termine fu più azzeccato!). Seguono poi Radio 24 in brusco calo, M2O in ottima crescita (ben il 13% in più), Isoradio in lenta risalita e Radio Radicale in tremenda perdita (quasi 200 mila contatti in meno, tantissimi per un'emittente al di sotto del milione di ascoltatori nel giorno medio).

- Classifica Audiradio 4° semestre 2007 - Sette Giorni-

RTL 102.5 14.676.000 (+152.000 +1%)
RADIO DEEJAY 13.220.000 (-163.000 -1,2%)
RDS 12.736.000 (+286.000 +2,3%)
RADIO ITALIA SMI 12.428.000 (+33.000 +0,3%)
RAI RADIO UNO 12.082.000 (-553.000 -4,4%)
RAI RADIO DUE 11.695.000 (-511.000 -4,2%)
RADIO 105 10.795.000 (-282.000 -2,5%)
RADIO R101 8.059.000 (+74.000 +0,9%)
RADIO KISS KISS 7.481.000 (+20.000 +0,3%)
RMC 7.126.000 (-127.000 -1,8%)
RADIO CAPITAL 6.336.000 (-162.000 -2,5%)
RAI RADIO TRE 4.8920.000 (+132.000 +2,8%)
ISORADIO 4.669.000 (+67.000 +1,5%)
RADIO 24 4.448.000 (-174.000 -3,8%)
RADIO MARIA 4.280.000 (-167.000 -3,8%)
M2O 3.508.000 (+116.000 +3,4%)
RADIO RADICALE 1.722.000 (-190.000 -9,9%)

Così come nella precedente classifica anche nei 7 giorni ci sono vincitori e vinti. RTL 102.5 rimane la radio più ascoltata nella settimana, con un trend in crescita e oltre 14 milioni e mezzo di ascoltatori. A quasi un milione e mezzo di distanza troviamo una Deejay in calo, seguita da una RDS con 200 mila ascoltatori in più. Scendendo la classifica incontriamo Radio Italia (che guadagna qualcosina) e Radio 1 in caduta libera, che scivola dal terzo al quinto posto e perde oltre mezzo milione di ascoltatori. Non va meglio per la radio "giovane" (notate le virgolette eh!) del gruppo Rai, che pure lei si ritrova oltre mezzo milione di contatti in meno. A quanto pare il pubblico estivo preferisce suoni decisamente più "freschi" rispetto all'austerità delle emittenti pubbliche. Pure Radio 105 si ritrova in rosso, mentre R101 supera il muro degli 8 milioni. Radio Kiss Kiss si accaparra 20 mila ascoltatori in più, mentre le due radio "adulte" RMC e Capital perdono rispettivamente 127 mila e 162 mila contatti. L'unica emittente Rai con trend positivo è Radio 3, con un +2,8%, mentre Isoradio si sposta sulla corsia di sorpasso lasciandosi alle spalle Radio 24, quest'ultima in calo del 3,8%. Chiudono la classifica Radio Maria in discesa, M2O in salita e Radio Radicale, in calo di ben 10 punti percentuali.

Queste le analisi dei dati estivi audiradio. I prossimi analizzeranno i mesi di settembre/ottobre, e saranno fondamentali per capire in che modo i network avranno cominciato la nuova stagione autunnale, e quanti frutti avranno portato i cambiamenti adottati nel corso delle scorse settimane. Per il momento godiamoci questa nuova stagione radiofonica e appuntamento ai primi di novembre per i bilanci ufficiali.

  • shares
  • Mail