Linus contro Sting: “Simpatico come la sabbia nel letto”

Per lo storico conduttore radiofonico l’artista si è dimostrato antipatico forse per supponenza o snobismo britannico

Ieri a Deejay chiama italia, il programma mattutino di Radio Deejay, Linus e Nicola Savino hanno ospitato Sting, in promozione per il suo nuovo album The Last Ship (lo abbiamo visto anche in tv da Fabio Fazio).
Il giorno dopo l’intervista in diretta, lo storico conduttore radiofonico ha commentato con parole nette e chiare la perfomance dell’ex frontman dei Police. Sul suo blog, per esempio, ha titolato un post ‘Simpatico come la sabbia nel letto’. Poi ha scritto:

Li leggo i vostri commenti, nel blog ma anche in diretta. Che volete che vi dica, ci sono ospiti simpatici e collaborativi ed altri come Sting. La sua fama a riguardo lo precedeva, e quindi non sono rimasto sorpreso dall’atteggiamento. Sarà supponenza, poca voglia, snobismo britannico, poco importa. Alla fine se sta bene a lui figuratevi a me. La cosa curiosa è che nonostante l’antipatia non cambio idea nei suoi confronti: il disco nuovo è molto bello, lui ha un carisma incredibile e soprattutto i Police saranno sempre nel mio cuore. E andrei anche a vederlo con Paul Simon, anzi spero proprio di averne l’occasione.

Linus, che ha chiosato citando un brano di De Gregori e invitando a non confondere le opere con l’operaio, ha ribadito il suo punto di vista anche in diretta stamattina nella nuova puntata di Deejay chiama Italia.
Per farlo ha ironizzato sui silenzi intercorsi nelle pause della diretta (quando gli ascoltatori si godevano la musica di Sting), momenti nei quali l’artista britannico non è parso molto voglioso di parlare e di scherzare con i conduttori. Nicola Savino ha inoltre rivelato che mentre era in onda un suo brano, ha chiesto a Sting se gli piacesse la compressione radiofonica (cioè come dalla radio vien fuori il suono). La risposta è stata un fermo “no”.

Foto via Twitter

I Video di Soundsblog