Niall Horan dei One Direction: “Vorrei che le nostre fans ci parlassero invece di urlare”

Lo ammette proprio lui stesso. Quindi sapete cosa fare adesso…

Spesso quando una fan -soprattutto se giovane ed emozionata- vede un suo idolo a poca distanza, in mezzo ad una folla, inizia a strillare. Agita le braccia, cerca di farsi notare per avere un autografo, una foto o per poterlo addirittura toccare e/o abbracciare. Una reazione sicuramente dettata dall’istinto e dalle sensazioni forti del momento.

Ma sappiate che a Niall Horan non piace. Non più. A forza di sentire la sue fan urlare, il cantante dei One Direction ha ammesso di essere stanco di sentirle strillare e che preferirebbe sentirle… parlare:

“Vorrei che le fans avessero venti secondi per parlare con te, che si sedessero e avessero una breve chiacchierata piuttosto che fare “Arrggghhhh, arrggghhhh!” contro la tua faccia. Mi piacerebbe semplicemente scambiarci due parole e sentire quello che hanno da dirmi”

Quindi avete inteso bene? Se parteciperete ad una delle prossime tappe dei concerti del “Where we are Tour 2014” -in una delle due date che si terranno a Milano- e avrete l’occasione di vedere da vicino i vostri idoli, non è il caso di dare fiato ai polmoni.

E chissà che non accade che lui si fermi davvero ad ascoltare quello che voi fans avete da dirgli. E cosa gli direste, per curiosità?

Nei giorni scorsi, intanto, è uscito il nuovo singolo della boyband, The Story of My Life, primo singolo estratto dal loro terzo album Midnight Memories.

Il prossimo 24 novembre 2013, invece, il gruppo inglese si esibirà per la prima volta agli American Music Awards con il loro inedito. Sono anche candidati in due categorie diverse, ‘Favourite Band, Duo or Group – Pop/Rock’ e ‘Favourite Album – Pop/Rock’

Via | Now Magazine

I Video di Soundsblog