Katy Perry, Prism: John Mayer e Russell Brand tra le fonti di ispirazione

Russell Brand e John Meyer: ecco alcune ispirazioni per l’artista americana

E’ uscito Prism (qui la recensione), l’ultimo lavoro di Katy Perry e all’interno delle tracce possiamo scorgere diverse sfumature della cantante. Dalle atmosfere leggere del primo singolo “Roar” al secondo estratto, la ballad Unconditionally passando attraverso “By The Grace of Lord”. E proprio quest’ultima vede riflessa la fragilità maggiore della cantante. Nel pezzo, infatti, racconta da difficile e sofferta rottura con l’ex marito Russell Brand e dei momenti nei quali si rifugiava in bagno, scoppiando a piangere.

“Beh, immaginate che cosa si passa attraverso queste situazioni. Pensate a cosa succede quando si passa attraverso una rottura. Ci passiamo tutti e siamo tutti molto depressi e disperati. I testi sono molto precisi e autobiografici. E’ il modo in cui scrivo. Ma l’ unica cosa certa di questi testi è che puoi sentirmi cercare la forza per tutta la canzone. Si inizia veramente dal basso e poi cerco di lottare per me stessa e dico ‘No!'”

Unconditionally è un brano che è stato ispirato dal suo attuale compagno John Mayer mentre “By the grace of lord” è l’unico pezzo di Prism che parla specificamente della fine della sua relazione con Russell Brand.

“Tutte le altre canzoni sono storie di epoche diverse della mia vita. E’ la gente che lancia ipotesi. E’ un po’ difficile, perché io sono molto vulnerabile e sono praticamente un libro aperto, ma non mi sento come volessi consegnare una storia specifica in ogni canzone. Non mi sento come se volessi portare ogni canzone con un piccolo pacchetto perchè è come dire ‘ Perché non lasci che la canzone sia un po’ non specifica per chi l’ascolta? Poi chi la sente può usarla e riferirla a se stesso, a modo loro. Quindi, non ogni canzone si presenta come uno stralcio (delle cose della mia vita). Sono biografiche ma tutto quello che vuoi ottenere dai pezzi è proprio questo”

Via | EW

I Video di Soundsblog