Aumentano del 122% i masterizzatori di cd e dvd pirata

La pirateria musicale è un fenomeno difficilmente arginabile e nonostante qualche ricerca di mercato dimostri che compriamo più musica da Internet, la commecializzazione di cd pirata è aumentata in maniera spaventosa. Secondo la Federazione contro la pirateria musicale infatti, sono stati “pescati” negli ultimi sei mesi 820 mila cd musicali pirata e ben 400 mila

di aleali

La pirateria musicale è un fenomeno difficilmente arginabile e nonostante qualche ricerca di mercato dimostri che compriamo più musica da Internet, la commecializzazione di cd pirata è aumentata in maniera spaventosa. Secondo la Federazione contro la pirateria musicale infatti, sono stati “pescati” negli ultimi sei mesi 820 mila cd musicali pirata e ben 400 mila dvd musicali masterizzati. Non solo aumentano le copie sequestrate, ma anche il numero dei duplicatori, che in un anno sono aumentati ben del 122 per cento.

Nonostante sempre più persone hanno oggi accessibilità al web, incrementando la possibilità di una maggiore autonomia rispetto al download illegale e alla masterizzazione per uso personale, la domanda di prodotti falsi si alza in maniera stranamente vertiginosa. E parlando solo di dati relativi ai prodotti sequestrati, viene da pensare alle dimensioni potenziali del commercio illegale ancora sommerso. Ritorniamo quindi al solito dilemma. Colpa dei costi? Colpa del basso valore che per molti di noi ha il prodotto musicale? Ma soprattutto: va combattuto questo fenomeno? E in quale misura? Una risposta la abbiamo già: non ne usciremo mai, forse.

Fonte: Ansa

I Video di Soundsblog