Il chitarrista degli Strokes: secondo album da solista

La pausa solista non se la prendono solo i cantanti. Nel caso degli Strokes è il chitarrista a scegliere la strada dell’indipendenza (ma non dell’abbandono) dal gruppo. Albert Hammond Jr. ha così deciso di realizzare il suo secondo album da solista, dopo il successo di “Yours to keep”, programmando di rinchiudersi per cinque settimane nello

di aleali

La pausa solista non se la prendono solo i cantanti. Nel caso degli Strokes è il chitarrista a scegliere la strada dell’indipendenza (ma non dell’abbandono) dal gruppo. Albert Hammond Jr. ha così deciso di realizzare il suo secondo album da solista, dopo il successo di “Yours to keep”, programmando di rinchiudersi per cinque settimane nello studio Electric Lady di New York, per poter realizzare una serie di brani che saranno pronti e smerciati entro la fine dell’anno, massimo all’inizio del prossimo.

Le sonorità dei sui nuovi brani saranno certamente più morbide di quelle a cui siamo abituati con la garage band americana. La notizia non sta tanto in questa rinnovata scelta di Albert, ma nel fatto che questa pubblicazione allungherà ancora per molto l’attesa per un nuovo prodotto discografico in studio degli Strokes, che non pubblicano nulla dall’inizio del 2006 ( con l’album “First impressions of earth”). Il video di copertina è un live del brano “Transit”, del primo album.

Fonte: Nme + Gigwise

I Video di Soundsblog

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →