Londra, museo di ologrammi per duettare con John Lennon, Freddie Mercury e Kurt Cobain

Il progetto c’è e sembra poter diventare presto realtà

La notizia sicuramente farà discutere ma otterrà il giusto clamore per avere la pubblicità necessaria e attirare moltissimi curiosi.

I boss del Music Hall of Fame a Camden, nel nord di Londra, stanno pianificando di usare la tecnologia più recente in 3D per poter “riportare in vita” alcune delle star della musica scomparse nel passato. Attraverso queste modalità sarà possibile vedere a pochi metri da sé un idolo morto decenni fa.

Non si assisterà solamente a questa tecnica innovativa con i propri occhi ma ci sarà anche la possibilità di poter duettare virtualmente con la celebrità e, a fine performance, di avere un DVD che possa testimoniare il tutto e rimanere al visitatore come ricordo

L’idea è nata dopo l’ologramma di Tupac Shakur durante un live di Snoop Dogg e Dr. Dre, l’anno scorso, nel 2012, durante il Coachella festival, in California

Il manager di questo progetto, Lee Bennet ha dichiarato al London Evening Standard:

“Potrai essere trasportato indietro in un momento specifico della musica o divertirti con gli artisti che non sono più in vita, anche giocando accanto ad un ologramma. Ero al Coachella a guardare Tupac e vedevo la mente delle persone viaggiare”

Il sindaco di Camdem, Jonathan Simpson, ha aggiunto:

“Si può andare e ci si esibisce con le proprie band preferite – si può essere lì con i Nirvana”

Se tutto procede secondo i programmi, il museo potrebbe aprire i battenti già dal prossimo anno, nel 2014 inoltrato. Come vedete questa idea? Un modo per celebrare ancora oggi un proprio idolo oppure solo un’occasione per speculare sugli artisti che meriterebbero, invece, di “riposare in pace”?

I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo

Ultime notizie su Muse

Tutto su Muse →