Moreno a Verissimo, intervistato da una sua fan: “Non ero convinto di accettare il provino per Amici”

Il rapper, protagonista della puntata odierna del programma di Canale 5.

Il rapper Moreno, che ha appena pubblicato il singolo La novità, terzo estratto dal suo album d’esordio Stecca, è stato intervistato da una sua giovane fan nel corso della puntata odierna di Verissimo, il programma condotto da Silvia Toffanin, in onda su Canale 5.

Il rapper 24enne ha soprattutto ribadito gli aspetti positivi della sua partecipazione e della sua vittoria ad Amici, il talent show di Maria De Filippi. Queste sono state le sue principali dichiarazioni:

Non mi sarei mai aspettato di andare in un format del genere perché non c’era mai stato il rap. Però mi ha aiutato perché ho anche preso lezioni di canto. Mi ha aiutato a stare lontano dai social network, a stare lontano da casa. Quindi sono concentrato solo su quello che mi piace fare.

Moreno ha anche svelato con quale artista conosciuto ad Amici è rimasto maggiormente in contatto:

Ho legato con la squadra bianca. Anthony è in tour con me, quindi stiamo portando avanti l’amicizia anche lontano dalla scuola, ho legato anche con Emanuele. Ho legato con tutti ma con loro due soprattutto.

Il rapper, però, ha confessato di aver tentennato prima di accettare di sottoporsi al provino per Amici:

La scelta di fare il provino è stata difficile, era una cosa nuova andare a fare Amici come rapper, mi sentivo un pesce fuor d’acqua. La chiamata che ho ricevuto per andare ad Amici, perché cercavano un rapper, l’ho avuta da J.Ax. J.Ax è un mio mito è quindi ci ho pensato, non ho detto subito no e così ho accettato di fare il provino.

Infine, Moreno ha raccontato nuovamente com’è nata in lui la passione per il rap:

Il primo sogno che ho avuto era fare il calciatore, poi è nata la passione per il rap e ho cominciato a fare i primi contest di free-style. Poi ho deciso di fare questo salto nel vuoto e ho lasciato sia il lavoro di parrucchiere che il calcio. Mia madre mi diceva che nella vita non si può sempre vivere di sogni. Io le rispondevo, dicendo che è anche giusto rincorrere i sogni. E quando ho ottenuto i risultati, mia madre si è sentita in dovere di chiedermi scusa perché temeva che io pensassi che non lei non credeva in me.