Cher contro Artopop di Lady Gaga su Twitter: “Preordinarlo? Non ci penso nemmeno”

Cher non preordinerà Artpop di Lady Gaga. Ma proprio no.

Nonna Cher è in vena di buoni sentimenti. Dopo aver dette tante belle cose di Madonna (tipo che è una stronza), ora passa fieramente a Lady Gaga. La cantante, classe 1946, non si è lasciata sfuggire la possibilità di dare la sua benedizione al nuovo disco della giovane collega, Artpop, che proprio non vede l’ora di poter ascoltare. O forse no.

Quando infatti una little monster le chiede se vorrà fare il preordine del nuovo lavoro di Stefani Germanotta, l’interprete di Strong non ha dubbi: non ci pensa nemmeno. E per chiarire il concetto usa una sottile metafora che, se non altro, rende l’idea della trepidante attesa con cui sta aspettando gli inediti della collega: “Kiss my ancient ass”. Se proprio dovesse servire una traduzione, il dolce cinguettio in italiano suonerebbe tipo: “Bacia il mio vecchio c*lo”.

Possiamo non volerle bene dopo questa uscita? Che siate o meno estimatori di Lady Gaga, dovrete ammettere che la risposta di Nostra Signora delle parrucche posticce (pardon, del burlesque o di quello che vi pare) sia da antologia. Magari non da antologia del bon ton, ma l’arzilla star sessantasettenne ha ormai imparato, attraverso i decenni di militanza nello showbiz, a far parlare di sé (soprattutto quando ha un disco in promozione).

Però c’è una cosa che, per sua stessa ammissione ancora non le riesce bene nonostante le ere geologiche di esperienza. Quale? Questa:

Io in discoteca nella Grande Mela. Mi sono svegliata alle 4.30 del mattino e ho finito alle 22. Devo proprio iniziare a comportarmi secondo la mia età.

No ti prego Cher, continua così!

Ultime notizie su Lady Gaga

Tutto su Lady Gaga →