Yoshi: il power pop che si ispira ai videogiochi

yoshi scoziaNota: al termine del post, sarà possibile valutare la maggiore o minore possibilità di successo dell'artista che vi stiamo presentando.

Questa volta andiamo in Scozia a trovare un giovane gruppo di artisti emergenti di grande freschezza sonora. Il concept musicale del gruppo si fonda su un moderno mix tra hip-hop, power pop, punk, ska ed elettronica. Il loro modo di presentarsi, un po' come i Gorillaz, è esclusivamente virtuale. I loro bellissimi personaggi animati mediano per loro e si "giocano la faccia" conquistando al primo sguardo. I loro avatar sono dei piccoli capolavori di essenziale ed efficace tecnica grafica che colpiscono immediatamente l'occhio e rimangono in testa come chiodi.

Gli Yoshi non c'entrano nulla con l'omonimo e celebre rapper italiano: sono nati nel 2006 come gruppo di amici già con un buon bagaglio d'esperienza, tutti pronti portare avanti un buon progetto musicale. Un giorno così si sono guardati in faccia e hanno detto: dobbiamo creare qualcosa di assolutamente nuovo, una miscela ben fatta di generi differenti, accostati anche in maniera inusuale.

Il loro primo album a conti fatti avrà un'impronta che nonostante tutte le varie influenze comunque presenti, mescola principalmente sonorità hip hop e dance. Il retrogusto musicale, una trama di fondo rintracciabile in ogni loro brano, dovrebbe far ritrovare le melodie indimenticabili dei celebri videogiochi arcade, simbolo della cultura pop e bandiera del loro mood sonoro.

A luglio 2007 gli Yoshi hanno lanciato il loro primo singolo, "Headphones" e nello stesso giorno si sono esibiti per la prima volta in un concerto live ad Edimburgo. Prima della fine dell'anno verrà lanciato un altro loro singolo e realizzeranno una serie di concerti in Inghilterra. Facendo parte del loro progetto anche una componente non prettamente musicale, legata alla loro immagine virtuale, gli Yoshi hanno realizzato e vendono una serie di magliette, e in futuro verranno realizzati altri capi d'abbigliamento, sempre in vendita sul loro Myspace, dove potrete ascoltare alcuni dei loro brani.

Fonte: Blogcritics

Bene, li avete conosciuti, ora tocca a voi valutarne le potenzialità di successo.

  • shares
  • Mail