Spray al peperoncino al Rock Hard Festival: cosa è successo?

Mentre il festival metal stava per finire, qualcuno ha spruzzato un gas urticante fra il pubblico, causando parecchi disagi.

Giunto alla quarta edizione, il Rock Hard Festival (organizzato dalla rivista omonima) ha ottenuto un buon successo, riuscendo a riempire il Live Club di Trezzo d’Adda il 14 Settembre. Oltre alle lodi a Sodom e Tankard, si sentono in particolare complimenti per una performance devastante dei Asphyx, ed in generale tutti sono rimasti soddisfatti dalle esibizioni delle varie band e dall’atmosfera di “fratellanza metal” nel pubblico.
Tutto bene, quindi, fino ad una manciata di canzoni dalla fine del concerto degli headliner Sodom.
Stando alle ricostruzioni ed ai commenti trovati un po’ ovunque su internet, durante il brano Agent Orange qualcuno nel pubblico ha rilasciato nel locale un gas urticante, probabilmente il contenuto di una bomboletta di spray al peperoncino.
Le primissime file si sono a malapena accorte del problema, e anche sul palco a parte qualche colpo di tosse non si sono riscontrati disagi. Ma chi era al centro del locale ha invece accusato difficoltà respiratorie e fastidi generici, al punto che molta gente si è riversata fuori dal club.
Riportiamo alcuni stralci di commenti letti sui vari forum o su Facebook, per comprendere l’atmosfera:

(utente .evoForum Karma):

un bel vaffancul0 a chi ha TENTATO di rovinare la serata spruzzando lo spry al peperoncino (presumo) l’aria è diventata irrespirabile ed ero piegato in due.. tosse e bruciore alle vie respiratorie….

(utente .evoForum Ghost_in_the_fog):

La storia dello spray al peperoncino o fumogeno o il cazz0 che era ha rovinato il finale di un gran bel festival. Io ero in pieno moshpit in quel momento e avevo pure il fiatone quando si è cominciato a respirare quella merda! Che poi non so bene come funzionano ma uno spray al peperoncino o un fumogeno non dovrebbero irritare anche gli occhi? quella roba prendeva solo la gola…provocava una specie di tosse soffocata. Boh, se i sodom attaccavano con “napalm in the morning” in quel momento sarebbe stato epico XD

(utente truemetal ostfront):

ero nei pressi del bancone del bar e alcuni hanno iniziato a tossire, io prima a starnuttire e poi un bruciore alla gola di lieve entità; un mio amico dalla parte opposta, sul rialzato vicino al palco ha iniziato a non respirare bene…

(utente Alexandru Ciprian Ciuca ostfront):

complimenti a chi ha sparso quella sostanza in aria, sembrava di stare al G8, mancava solo er pelliccia che buttava estintori sul pubblico. Per il resto bella serata

Oltre al danno, la beffa: sembra che mentre la gente usciva dal locale, i colpevoli avrebbero rubato giacche, cd dagli stand del merchandising, e parecchie altre cose.
Non si spiega quindi il motivo del gesto: premeditazione a scopo di furto? Bravata sfuggita al controllo? Ritorno agli anni ottanta e agli scontri fra truzzi e metallari? Follia generalizzata?
Rimanendo su questa ultima ipotesi, c’è da segnalare che praticamente lo stesso incidente è successo la stessa sera a Pistoia, quando in discoteca è stato spruzzato spray irritante, e che in Luglio a Milano ci furono tre casi di spray urticante spruzzato in pubblico – in una stazione della metro, e in due supermercati.
Che si tratti di una nuova moda?

Inutili le polemiche delle persone che chiedono come sia potuto accadere un gesto simile: chi adesso inneggia ai controlli più severi all’ingresso, è la stessa gente che si scandalizza se viene sequestrato un tapo di bottiglia, che si lamenta e urla ACAB se ci sono due carabinieri che chiedono di aprire la borsa all’ingresso di un festival, e si lamenta se ci sono più di tre persone in coda per entrare.
In ogni caso, il Live Club stesso ha emesso un comunicato a riguardo:

Si è svolta sabato 14 settembre la quarta edizione del Rock Hard Festival, una lunga giornata di musica che ha portato sul palco del Live Club ben 9 bands, e richiamato nel locale un foltissimo pubblico da diverse nazioni europee. Purtroppo durante l’ultima esibizione (Sodom) si è verificato uno spiacevole incidente che ha costretto buona parte del pubblico ad uscire dal locale.

A seguito dell’accaduto desideriamo spiegare ai presenti che l’incidente è stato causato dal gesto inopportuno di una persona presente nel pubblico, purtroppo non identificata, la quale ha diffuso nella sala uno spry anti aggressione a base di peperoncino, causando evidenti disagi nel pubblico e tra i lavoratori.

Con amarezza e rammarico per la spiacevole situazione vi comunichiamo che l’accaduto non è di responsabilità nè del Live Club nè degli organizzatori.
Qualora qualcuno del pubblico abbia notizie utili da segnalarci per individuare il responsabile lo invitiamo a contattarci scrivendo a [email protected]

Grazie a tutti per la collaborazione e per la massiccia partecipazione all’evento
Lo staff del Live Club

La cosa importante, oltre al mistero (su facebook c’è un po’ la “caccia all’uomo”, sperando di trovare un video dell’incidente…), è che il Rock Hard Festival sia comunque ben riuscito, e che le lamentele siano dirette verso un atto di vandalismo (compiuto sicuramente da chi con il metal non ha niente a che fare), e non verso la lineup, l’audio, la location, o tutte le classiche “polemiche da poltrona”. Il festival è ben riuscito, ed è questo quel che conta.