Tiziano Ferro: una app per seguire il tour di L’amore è una cosa semplice

Tiziano Ferro: una app per seguire da vicino il tour di L’amore è una cosa semplice


Dopo le immagini recenti del video di “Hai delle isole negli occhi” continuiamo a seguire il tour di Tiziano Ferro, iniziato lo scorso 10 aprile a Torino (trovate l’elenco delle altre date dopo il salto) che si concluderà con il grande evento di Roma il 14 luglio. Arriva ora un’app, sviluppata da Samsung Italia in collaborazione con Kiver per seguire i live ancora più da vicino .

Come funziona? Semplice: si partecipa al Puzzle game e, se sarete i più veloci a risolverlo, potrete assicurarvi un accesso riservato al soundcheck. Non solo: ci saranno anche diverse modalità per interagire con lo show. La prima è quella di caricare la propria foto nell’area dedicata ed essere scelti per vederla proiettata sui maxischermi del concerto durante “Ti scatterò una foto”.

L’altra permetterà di utilizzare la funzione Red Neon per far illuminare lo schermo del proprio smartphone di rosso creando una coreografia durante “Rosso Relativo”. Il bonus è la funzione “Virtual Gift”: sarà sufficiente infatti ritirare all’uscita il voucher e inserire il codice indicato per scaricare un esclusivo regalo digitale dedicato ai fan. Link per il download e info a questo indirizzo.

Tiziano Ferro
L’amore è una cosa semplice Tour 2012

21 aprile – CASERTA – Palamaggiò

22 aprile – CASERTA – Palamaggiò

25 aprile – FIRENZE – Mandela Forum

26 aprile – FIRENZE – Mandela Forum

28 aprile – PESARO – Adriatic Arena

2 maggio – MILANO – Mediolanum Forum

4 maggio – MILANO – Mediolanum Forum

5 maggio – MILANO – Mediolanum Forum

7 maggio – TREVISO – Palaverde

10 maggio – VERONA – Arena

12 maggio – VERONA – Arena

13 maggio – VERONA – Arena

15 maggio – PERUGIA – Palaevangelisti

17 maggio – TORINO – Palaolimpico

19 maggio – GENOVA – 105 Stadium

20 maggio – GENOVA – 105 Stadium

23 maggio – ZURIGO – Hallenstadion

14 luglio – ROMA – Stadio Olimpico

Ultime notizie su Tiziano Ferro

Tutto su Tiziano Ferro →