Peugeot 208 al Palazzo del Ghiaccio – Voglio essere Bob Sinclar!

Durante la presentazione della Peugeot 208 al Palazzo del Ghiaccio di Milano, grande affluenza e partecipazione per Bob Sinclar


Sul serio: chi non vorrebbe essere Bob Sinclar? Capita di essere scettici verso un certo genere musicale, soprattutto se non siamo a nostro agio tra dance e remix. Ma Bob non è solo questo: parliamo di un disc jockey e anche di un produttore discografico proprietario della casa discografica Yellow Productions.

Nella sua carriera ha toccato vari generi musicali: dalla house alla electro house, dal reggae, alla dance, passando per la french house. Senza pregiudizi o snobismi, sempre guidato dalla curiosità. Nella serata per la presentazione della nuova Peugeot 208 al Palazzo del Ghiaccio di Milano, ti accorgi della sua forza.

Dopo la presentazione della 208 si è materializzato: con la sua apparizione è riuscito all’istante a far scatenare in pista gente di tutte le età. Dai più giovani che conoscono la recente “Fuck with you” con Sophie Ellis Bextor a quelli che magari non ballano, ma mentre parlano con amici si lasciano andare a movimenti del corpo ritmici, magari sotto le note di “Far l’amore”.

Peugeot 208 al Palazzo del Ghiaccio di Milano
Peugeot 208 al Palazzo del Ghiaccio di Milano
Peugeot 208 al Palazzo del Ghiaccio di Milano
Peugeot 208 al Palazzo del Ghiaccio di Milano

Iniziativa realizzata in collaborazione con Peugeot.

Bob sa come fare a riempire la pista: sa come convincere, coinvolgere e interessare con il proprio lavoro. E che lavoro… un dj di fama planetaria esperto di musica internazionale in grado di capire che la versione remixata di un brano del 1978 può avere il giusto ritmo per giocare di nostalgia e ricordi con i 30enni in su, e per conquistare i più giovani con una canzone modernizzata, resa con un sapore attuale e accattivante.

È per questo che voglio essere Bob Sinclar. Per avere la sua stessa passione per la musica (ha iniziato a suonare specializzandosi in funky e hip-hop all’età di 17 anni), per avere 43 anni (è del 1969) ed essere in grado di attraversare due generazioni intere con mosse vincenti, per avere la capacità di catturare l’attenzione e di soddisfare chi vuole ballare con una musica e arrangiamenti live dosati con astuzia.

Mi ricordo quanto ero ragazzino e alle feste scolastiche salivo dietro al lettore cd collegato con casse appena udibili (un po’ poco per definirla “consolle”….), e gestivo la musica da mettere nel corso della serata. Saper scegliere i brani giusti, le canzoni che potessero essere apprezzate da quasi tutti, dosare l’energia nel corso delle ore senza rischiare di mettere una hit dietro l’altra e poi perdere il ritmo.

Ricordo la mia soddisfazione quando dopo un’oretta circa tutti sembravano apprezzare: ballavano, si muovevano, chiacchieravano con le canzoni in sottofondo. Ma, sopratutto, nessuno mi lanciava sguardi disperati chiedendo di passare alla traccia successiva. Sì, lo ripeto: era soddisfazione pura.

Ecco. La serata Peugeot di ieri sera, con Bon Sinclar in consolle, mi ha ricordato questo. Ovviamente all’ennesima potenza, con una festa esagerata, con più invitati e con le più svariate fasce d’età. Eppure c’era chi ballava, chi chiacchierava, chi parlava della Peugeot 208 e chi beveva un cocktail muovendo i piedi, a ritmo.

Chissà se, durante queste serate, lanciando sguardi alla pista da ballo sotto di lui, anche Bob gongola un po’ come facevo io…