Lo Splendido Incubo di Laura Bono

Bella è bella (parecchio). Che sia anche brava, ancora deve dimostrarlo. Però sta facendo grandi progressi. Laura Bono ha da poco lanciato nell'airplay "Splendido incubo", il nuovo singolo che esce ad un anno di distanza dal suo primo album e dalla partecipazione a Music Farm. Che se da un lato ne ha accresciuto la popolarità, dandole fra l'altro anche una fetta di pubblico nel mondo gay, ne ha anche evidenziato un pò i limiti: grande voce, ottima presenza scenica, ma sin qui senza grande originalità nei testi e nelle musiche e in difficoltà nell'interpretare canzoni che si discostino dal rock.

Tuttavia "Splendido incubo" è un bel pezzo, si fa ascoltare e tutto sommato merita di essere pubblicizzato perchè i giovani talenti italiani vanno incoraggiati, con la penuria di voci nuove che c'è. Ed anche perchè in prospettiva, con tutto il rispetto per i Cristicchi di turno, lei è quella che ha le maggiori speranze di diventare uno dei nomi del futuro. I progressi di cui sopra si evidenziano per esempio nel fatto che stavolta il testo contiene una bella dose di ironia. Segno evidente che c'è volontà di provare a crescere. Un motivo in più anche per noi, dunque, per parlarne. Il battage in rete è comunque notevole: la Bono è anche corredata di angolo myspace. Ne parla Minaaoh 1984 e Musicsplinder, oltre a Silenzioseriflessioni. L'altra sera la cantante varesina, che sta riscuotendo un buon successo soprattutto nelle esibizioni live, a testimonianza di questa sua predisposizione, si è esibita nel programma "Tintarella di Luna" su Rai Due

Nel seguito, guarda l'esibizione proprio a "Tintarella di Luna"

  • shares
  • Mail