Billy Corgan (Smashing Pumpkins): “i prezzi dei dischi sono troppo alti, aiutano la pirateria”

Il cantante individua nel prezzo troppo elevato uno dei motivi della tanto diffusa pirateria musicale.


Durante un’intervista rilasciata in occasione dell’evento Google Play Live, Billy Corgan, leader degli Smashing Pumpkins, ha espresso un lungo e articolato pensiero sulla pirateria musicale. Dopo aver ribadito il concetto che la musica mainstream attuale è in una fase di transizione dove artisti di poco spessore dominano le classifiche, ha anche aggiunto che parte del fenomeno della pirateria è dovuta ai prezzi degli album:

«Uno dei motivi per cui la gente scarica i dischi invece di comprarli? Semplicemente, il prezzo è troppo alto. Se tu rendi qualcosa così facile da comprare in modo che l’atto di comprare non sia una grossa decisione da fare, allora la gente lo comprerà, e non starà nemmeno a perdere tempo con Bit Torrent o quel che sia.»

«I prezzi sono troppo alti, si tratta di informazioni digitali. Ognuno di noi sa che può chiamare un suo amico e farsi inviare una canzone gratuitamente, quindi perché pagare 1 dollaro e 29 centesimi? Dovremmo arrivare a un punto in cui si dica ‘ok, sono più contento di pagare, supportare l’artista, non sento che sto venendo fregato’, perché ovviamente la gente sente di essere fregata, altrimenti comprerebbe più musica»

Oceania, nuovo album degli Smashing Pumpkins, è in arrivo il 19 giugno 2012.

Ultime notizie su Billy Corgan

Tutto su Billy Corgan →