Bob Marley: un documentario e una raccolta in doppio CD sulla sua vita

Bob Marley: un documentario e una raccolta in doppio CD sulla sua vita

Due ore e mezza di immagini, una colonna sonora in doppio CD (o triplo vinile), un’enorme quantità di materiale girato per un film che – sostiene lo stesso regista Kevin MacDonald – ha svelato alcuni aspetti inediti di Bob Marley ai suoi stessi familiari. Il film, in uscita il prossimo 20 aprile, si intitolerà semplicemente “Marley” e arriva da una gestazione decisamente difficile.

Innanzi tutto perché è stato abbandonato per ben due volte: la prima da Martin Scorsese che non è riuscito a iniziarlo – sembra – per questioni legate agli altri suoi impegni, la seconda da Jonathan Demme, che però ha declinato da subito. Il testimone è passato quindi a MacDonald, già noto per un film su Mick Jagger (e per “L’ultimo re di Scozia” con Forest Whitaker) che si è incaricato di realizzare il film faticando tra i veti incrociati della numerosa famiglia Marley (Bob aveva ben 7 mogli e 11 figli) e l’aiuto un po’ scettico di Ziggy, figlio musicista dell’icona del reggae.

Il risultato è stato presentato nella sezione ‘Berlinale Special’ del Festival di Berlino e, più recentemente, al South By Southwest. Chi lo ha visto parla di un lavoro controverso, che mostra anche gli aspetti meno noti (e celebrati…) di Marley in una pellicola che non fa sconti, ma riconosce comunque i grandissimi meriti di una figura importante e carismatica per il popolo giamaicano. Curiosità: Kevin MacDonald potrebbe essere il regista dell’imminente biopic su Whitney Houston di cui si vocifera da alcune settimane…