Vito LaVita, Danzare: video e testo

Un italo-tedesco si impone sulla scena musicale dance europea con un video pieno di stereotipi sul nostro paese: lascia il tuo commento in merito su Soundsblog.

Cominciamo questo articolo con una domanda: conoscete gli stereotipi che identificano solitamente l’italiano all’estero? Sì, quei classici pizza, spaghetti, mandolino, panni stesi in strade polverose, donne tenebrose dai capelli neri con i vestiti anni Cinquanta e uomini imbellettati che nemmeno Fred Buscaglione: roba da aspettarsi come minimo un paio di lupare sottobraccio e un chitarrista in stile Mariano Apicella che passa tra i tavoli apparecchiati con tovaglie a scacchi rossi. Se vi sentite infastiditi da cotale montagna di stereotipi fuori tempo massimo sul nostro paese, provate a guardare il video di Danzare del ventiduenne italo-tedesco Vito LaVita feat. Toni Tuklan senza rabbrividire dallo sconforto.

Un coacervo pregiudiziale di immagini scadenti del nostro paese montate in rapida sequenza, con una fotografia saturatissima che nemmeno i primi clip anni Ottanta in analogico arrivavano a mostrare e il belloccio Vito LaVita, che già dal nome e dal look si fa inquadrare nella categoria sorpassatissima del meridionale emigrato di seconda o terza generazione, impegnato ad ammiccare davanti alla telecamera indossando -udite! guardate!- una coppola. Nemmeno i nostri nonni ottuagenari riuscirebbero più a portarla, a meno che non vengano ingaggiati come figuranti in qualche campagna pro-Sicily di due noti stilisti che si firmano con le iniziali unite da una E commerciale.

Vito LaVita è un mistero emerso dal nulla, promosso addirittura dalla Warner tedesca. Non ci stupiremmo se il suo personaggio, pompato notevolmente dal passaparola e da qualche giornalista alla ricerca del prossimo tormentone estivo, non passasse inosservato: ce n’è abbastanza per far insorgere tutti gli italiani disgustati dall’ennesima visione retrograda del nostro paese. Sarebbe come se dall’Italia esportassimo in Germania una canzone con una bella e prosperosa signorina bionda, vestita in uno scollacciato dirndl in un video girato all’Oktoberfest: sicuro che i tedeschi due paroline non tarderebbero a dircele.

Che sia l’ennesimo personaggio costruito ad arte è poco ma sicuro: non appare nella top ten tedesca di Bild, né tantomeno si affaccia tra i video più visualizzati di Youtube. Noi vi lasciamo con il testo del brano e la tristezza che, nonostante ottimi musicisti e validi tentativi per migliorare la situazione, l’Italia continuerà ad essere rappresentata all’estero da gente di dubbio gusto come Vito LaVita.

Vito LaVita, Danzare: testo

Sì sei speciale
io voglio restare
con te ballare

Tu sei importante
brilla, dai vieni e brilla
sei la mia stella
tu sei la donna che vorrei con me

Danzare, amore mio a ballare
danzare, amore mio a cantare
danzare, danzare
io voglio stare qui con te

Danzare, amore mio a ballare
danzare, amore mio a cantare
danzare, danzare
fantastica sei tu per me

C’è l’alba che splende
con tutta la gente
dai, balla col cuore
tu sei incantante

brilla, dai vieni e brilla
sei la mia stella
tu sei la donna che vorrei con me

Danzare, amore mio a ballare
danzare, amore mio a cantare
danzare, danzare
io voglio stare qui con te

Danzare, amore mio a ballare
danzare, amore mio a cantare
danzare, danzare
fantastica sei tu per me

Oh uh oh
Oh uh oh

Fantastica sei tu per me

Oh uh oh
Oh uh oh

Fantastica sei tu per me

Brilla dai vieni e brilla
Sei la mia stella
Tu sei la donna che vorrei con me

Danzare amore mio a ballare
Danzare amore mio a cantare
Danzare danzare
Fantastica sei tu per me
Danzare amore mio a ballare
Danzare amore mio a cantare
Danzare danzare
Oh uh oh
Oh uh oh
Oh uh oh
Oh uh oh
Fantastica sei tu per me

(foto da Facebook)

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →