Dave Grohl (Foo Fighters): “sento che il rock sta per esplodere di nuovo”

Il leader dei Foo Fighters Dave Grohl parla dello stato attuale della musica, paragonandolo a quello di fine anni ’80.

di david


Dave Grohl ha parlato dello stato attuale della musica, che ha paragonato alla fine degli anni ’80. Dalle pagine di Billboard, l’ex batterista dei Nirvana, ora leader dei Foo Fighters, sostiene che il rock potrebbe di nuovo esplodere come accadde nel 1991:

«Non credo che ci sia niente che non va nel rock. È trascurato. E proprio adesso, l’attuale clima musicale non è molto diverso da quello che c’era nel 1991, prima che i Nirvana diventassero famosi. L’ultima parte degli anni ’80 era piena di pop sovraprodotto a cui i ragazzini non si potevano releazionare. E allo stesso modo non riuscivano a creare una connessione con queste band ‘hair metal’ che parlavano di fottersi le spogliarelliste dentro una limousine lungo il Sunset Boulevard. Chi può relazionarsi a roba del genere?»

E continua:

«E poi c’erano un manipolo di cantanti poppettare che facevano pura immondizia, e la musica era noiosa. Poi sono arrivate su MTV un po’ di band composte da ragazzini sporchi, e il rock’n’roll è tornato grandissimo. E sento come se questo stesse per accadere di nuovo. Lo stato attuale della musica non può continuare per sempre. Non possono esserci solo canore in TV per li resto delle nostre vite»

Personalmente potrei aggiungere una sola parola: “magari”.