Noel Gallagher: "mi sarebbe piaciuto conoscere di persona Kurt Cobain"


In un'intervitsta rilasciata a NME l'ex-Oasis Noel Gallagher ha dichiarato che gli sarebbe piaciuto conoscere Kurt Cobain prima che il leader dei Nirvana morisse tragicamente nell'aprile del 1994.

«Vorrei aver conosciuto Kurt Cobain. Ho sempre avuto un'affinità con lui. Come me era mancino, aveva gli occhi blu, era dei Gemelli [in realtà Kurt Cobain era nato il 20 febbraio quindi era del segno dei Pesci, NdR], amava i Beatles. Avrei adorato passare del fottuto tempo con lui. Una volta ho chiesto come fosse Kurt Cobain a Mark Coyle, che ha co-prodotto Definitely Maybe e lavorava come tecnico del suono con i Teenage Fanclub quando andarono in tour con i Nirvana, e lui mi ha risposto 'È un fottuto pazzo, ma lo adoreresti'»

Gallagher ha poi proseguito elogiando Nevermind, il leggendario album dei Nirvana che diede il via al fenomeno grunge su scala mondiale:

«Tutti gli album grandiosi diventano ancora più grandi col tempo. Non invecchiano mai e non passano mai di moda. Se oggi ascolti Nevermindsembra ancora rock che proviene dal futuro»

Continua dopo la pausa.

Non è la prima volta che Noel Gallagher tesse le lodi di Kurt Cobain e dei Nirvana. In un numero della rivista Guitar World del 1996, il cantante aveva addirittura paragonato Cobain a John Lennon e Paul McCartney:

«La sola persona per cui io abbia rispetto come un compositore di canzoni negli ultimi dieci anni è Kurt Cobain. Lui era il perfetto incrocio tra Lennon e McCartney. Cantava energicamente come Lennon, ma le sue melodie erano così affini a quelle di Paul McCartney»

  • shares
  • Mail